CONDIVIDI

Vale quasi 30 milioni di euro il primo weekend di Expo 2015 secondo i dati dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza. «Questa è la risposta a chi ci chiedeva a cosa sarebbe servito l’Expo» ha commentato Fabrizio Sala, l’assessore regionale alla Casa, Housing Sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle imprese.

Secondo Sala, la Regione Lombardia ha creduto fin da subito che Expo potesse essere un ottimo veicolo per l’indotto. «Ecco perché abbiamo investito diversi milioni di Euro per l’attrattività dei nostri territori, consapevoli che una maggiore capacità attrattiva avrebbe portato a un incremento del flusso turistico», ha concluso l’assessore.

Expo 2015

Stando ai dati dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio brianzola, il valore stimato in più per l’effetto Expo riguardante l’indotto di bar e ristoranti è di oltre 12 milioni di euro mentre ad alberghi e simili vanno 1,6 milioni. Gli introiti dello shopping dovrebbero crescere di 7,5 milioni. L’aumento dell’indotto turistico non riguarderà soltanto Milano ma anche le strutture ricettive e i servizi legati alla ristorazione e all’intrattenimento presenti a Monza e in Brianza e sul lago tra Como e Lecco, che assorbono circa il 10 per cento del valore aggiuntivo dato da Expo per il primo fine settimana di maggio.

Expo 2015 registra numeri da record anche nel settore scolastico. «Sono 600mila gli alunni già prenotati e aspettiamo anche scuole dall’estero», ha commentato il commissario unico di Expo 2015, Giuseppe Sala a margine dell’inaugurazione dell’area di Ferrero dedicata all’attività sportiva per i più giovani, Kinder+Sport. «Pensavamo ad un calo dei visitatori per la giornata del lunedì rispetto al fine settimana, invece ci sono tante persone, soprattutto scuole» ha concluso Sala.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS