Premier League: Chelsea campione, per i Blues è il quinto titolo

104
0
CONDIVIDI
Hazard

Anche la Premier League, dopo la Serie A e la Bundesliga, ha nominato il campione: il Chelsea di Josè Mourinho. I Blues hanno vinto il loro quinto titolo d’Inghilterra dopo un dominio dalla prima all’ultima giornata di campionato. Un titolo quasi mai in discussione e che torna a Stamford Bridge dopo cinque stagioni. Ci voleva il ritorno del condottiero Mourinho, che già lo scorso anno andò molto vicino ad una clamorosa vittoria e che in questa stagione aveva promesso già in estate la vittoria del titolo dopo la sontuosa campagna acquisti offerta dal patron Abramovic.

Per il tecnico portoghese si tratta dell’ottavo titolo in carriera, il terzo alla guida del Chelsea. Nonostante piovano contro di lui critiche da ogni parte per il suo gioco e per il suo stile, Mourinho continua a vincere rispondendo con i trofei a suoi detrattori. Stesso linguaggio di Carlo Ancelotti, che nel 2010 fu l’ultimo tecnico a regalare la vittoria del campionato al Chelsea.

Nel derby contro il Crystal Palace, in uno Stamford Bridge vestito a festa, la capolista ha faticato più del dovuto per trovare i tre punti decisivi per colpa dell’ottima tattica adottata dagli undici di Alan Pardew, bravi almeno per un tempo a tenere sulle corde la difesa dei Blues. Così, come spesso successo in stagione, per sbloccare la gara a fine primo tempo è servito un calcio di rigore. Dagli undici metri è andato Hazard che si è visto respingere il tiro da Speroni ma poi sulla ribattuta è stato bravo a depositare in rete di testa. Il gol che vale la vittoria del titolo, non poteva che arrivare dal miglior giocatore d’Inghilterra (premiato in settimana) che ancora una volta ha dimostrato quanto sia decisivo per questa squadra. Il belga, così come Fabregas a centrocampo, Diego Costa in avanti e Courtois in porta (l’ex Atletico decisivo nel finale su Zaha), sono stati decisivi così come la grinta e le strategie di Mourinho, ormai entrato nella storia di questa società per tutta la sua vita.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS