Coppa di Germania: rigori ancora fatali al Bayern, il Borussia vola in finale

135
0
CONDIVIDI
Klopp

Jurgen Klopp e il suo Borussia Dortmund si regalano un’altra notte magica conquistando la finale di Berlino di Coppa di Germania, dopo aver sconfitto ai calci di rigore gli eterni rivali del Bayern Monaco. I tiri dagli undici metri sono ancora fatali ai bavaresi, che sul prato dell’Allianz Arena persero già una Champions League contro il Chelsea nel 2012. Stavolta agli uomini di Guardiola non è bastato neanche dominare la partita per oltre un’ora di gioco, perché il Borussia ha avuto la forza di trovare il pareggio nel finale e di resistere anche nei tempi supplementari agli attacchi dei padroni di casa. E se Neuer non avesse parato un sinistro velenoso in area di Reus all’82’, forse gli uomo i di Klopp avrebbero vinto anche senza calci di rigore. Oltre alla sconfitta però, che evita a Guardiola la conquista del triplete per il secondo anno consecutivo, il Bayern “piange” la perdita di Arjen Robben,  uscito anzitempo per il riacutizzarsi del suo problema muscolare. Il suo recupero era stato saluto da tutti come la spinta principale per affrontare al meglio l’impegno di Champions League contro il Barcellona. Tutta Monaco spera che la sua storta alla caviglia non così grave.

La gara – Guardiola imposta subito una gara d’attacco, nonostante le tante assenze nel reparto offensivo. Bavaresi padroni del campo e subito in avanti con la rete dell’ex Lewandowski che lanciato splendidamente da Benatia supera Lengerak con un pallonetto e dopo la respinta del palo deposita la palla in rete con un bel piatto destro da posizione defilata. Il Borussia non riesce neanche a superare il centrocampo e padroni di casa sfiorano subito il raddoppio ancora con Lewandowski che in pallonetto sfiora l’eurogol spedendo la palla di pochissimo al lato. La ripresa inizia nello stesso modo in cui si era concluso il primo tempo, con Lewandowski che al 49′ prende in pieno la traversa sfiorando il colpo del ko. Sulla stessa azione Muller viene anticipato da Schmelzer di mano ma l’arbitro Gagelmann non vede un calcio di rigore nettissimo a favore del Bayern. Klopp capisce di dover cambiare le carte in tavola e al 70′ inserisce Mkhitaryan al posto di uno spento Kagawa. L’Armeno cambia letteralmente la partita servendo dopo appena 4′ dalla sua entrata in campo un assist d’oro che Auabameyang mette dentro in scivolata da posizione defilata con Neuer che respinge oltre la linea di porta. La rete galvanizza i gialloneri he solo 2′ dopo hanno anche l’occasione di passare in vantaggio con Reus, che imbeccato meravigliosamente da Mkhitaryan in area calcia di sinistro trovando la deviazione miracolosa di Neuer in angolo. Il Bayern sembra alle corde, frastornato anche dall’uscita di Robben, entrato tra il tripudio dell’Allianz Arena al 68′ e uscito quasi in lacrime all’84’ per il riacutizzarsi del suo infortunio. Il Borussia nonostante il forcing finale non sfonda e si va ai supplementari con gli ospiti più pimpanti e carichi. E’ solo un’illusione però perché il Bayern si rimette a correre e con il neo entrato Schweinsteiger sfiora per due volte la rete con Langerak che sulla seconda conclusione all’144′ si supera mandando in angolo un colpo di testa dell’otto volte Campione di Germania.

 

BC0E0A63-B219-4624-889C-C37C26E2DED5

Calci di rigore letali – Ai rigori non c’è storia, con il Bayern che sbaglia senza appello i primi tre con Lahm, Alonso (entrambi scivolano) e Goetze, lanciando il Borussia verso la finale. A nulla serve la parata di Neuer su Hummels perché lo stesso portierone tedesco spedisce alto il suo calcio di rigore mandando Klopp e compagni alla finale di Berlino il prossimo 30 maggio. Il ciclo giallonero si può concludere con un nuovo trofeo, mentre il Bayern ha subito l’occasione per rifarsi magari alzando, sempre al cielo di Berlino, la Champions League.

Bayern Monaco – Borussia Dortmund          1-1 (0 – 2 d.c.r.)

Bayern: Neuer; Weiser, Boateng, Benatia, Rafinha; Alonso; Lahm, Thiago; Muller, Bernat, Lewandowski.  All.: Guardiola

Borussia: Langerak; Durm, Hummels, Sokratis, Schmelzer; Bender; Blaszczykowski, Gundogan; Aubameyang, Reus; Kagawa.  All.: Klopp

Arbitro:Gagelmann
Marcatori: 29′ Lewandowski, 74′ Aubameyang

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS