Samsung SSD 840 EVO: test delle prestazioni prima e dopo l’aggiornamento del firmware EXT0DB6Q [Aggiornato]

2962
4
CONDIVIDI
840 EVO


Come vi abbiamo anticipato pochi giorni fa, Samsung ha reso disponibile l’aggiornamento del firmware del SSD 840 EVO, che da tempo soffre di alcuni problemi alle velocità di lettura: per quasi quattro giorni, dal 23 aprile sino a stamattina, l’aggiornamento non era disponibile anche se il link sul sito funzionava, forse una manovra di Samsung per usare gli utenti come betatester, ma oggi siamo riusciti a scaricare Magician 4.6 e provarlo per voi.

I test

Abbiamo effettuato due test sul nostro SSD, prima e dopo l’aggiornamento del firmware: abbiamo testato la velocità di tutti i dati con HD Tach e poi abbiamo testato la velocità generale con CrystalDiskMark. Il test più importante è quello fatto con HD Tach, in quanto i problemi del 840 EVO erano per lo più concentrati sulla velocità in lettura dei vecchi dati, anche se nel nostro caso abbiamo anche un abbassamento del valore degli IOPS.

I risultati prima dell’aggiornamento

Samsung SSD 840 EVO HD Tach PRE

Quelli qui sopra sono i risultati di HD Tach prima dell’aggiornamento: si notano i vecchi dati con velocità variabile e i nuovi dati più piatti. La velocità media di lettura ricavata è di 219,7 MB/s mentre la velocità di burst è di 91,5 MB/s.

Samsung SSD 840 EVO Crystaldiskmark PRE

Questi sono i risultati di CrystalDiskMark prima dell’aggiornamento e riflettono il leggero declino del valore in 4K, normalmente attestati in lettura a 45 MB/se in scrittura a 140 MB/s.

I risultati dopo l’aggiornamento

Samsung SSD 840 EVO HD Tach POST

Il test effettuato sul SSD aggiornato conferma la bontà del nuovo firmware: i dati vecchi hanno una velocità di lettura più alta e uniforme, in media. La velocità media di lettura rilevata è aumentata leggermente a 231,3 MB/s e anche la velocità di burst è aumentata di motlo a 290,5 MB/s.

Samsung SSD 840 EVO Crystaldiskmark POST

Il risultato di CrystalDiskMark invece riporta i dati come prima dell’aggiornamento, senza particolari variazioni: il valore in 4k è rimasto quasi lo stesso provando che non era il firmware il colpevole.

Conclusioni

La velocità in lettura dei vecchi dati è aumentata, per cui il firmware funziona: purtroppo il nostro problema è rimasto, e proveremo a risolverlo in altri modi. Samsung Magician 4.6, necessario per installare il nuovo firmware, lo trovate sul sito ufficiale Samsung, oppure lo potete scaricare direttamente da questo link. L’aggiornamento del firmware non impiegherà più di cinque minuti. Commentate con i risultati dei vostri benchmark in confronto ai nostri: siamo curiosi se anche altri hanno il nostro stesso problema.

Aggiornamento

Dopo circa una settimana di utilizzo abbiamo rifatto i test e utilizzato la funzione Advanced Performance Optimization ora disponibile su Samsung Magician. Di seguito trovate i dati di HDTach prima e dopo.

Prima dell’ottimizzazione

840 evo pre advanced performance optimization

I risultati dopo una settimana sono invariati rispetto a quanto ottenuto dopo l’aggiornamento: Samsung affermava di aver integrato nel nuovo firmware un sistema di auto-ottimizzazione, ma a quanto o non si è attivato o non funziona a dovere.

Abbiamo provveduto quindi a attivare la funzione Advanced Performance Optimization, disponibile in Samsung Magician nel sotto-menu Performance Optimization.

advanced performance optimization

Dopo l’ottimizzazione

840 evo post advanced performance optimization

Dopo l’ottimizzazione abbiamo ottenuto il nostro SSD 840 EVO come nuovo. Velocità di lettura stabile per tutta la memoria.

E’ quindi assolutamente necessario attivare almeno una volta la Advanced Performance Optimization per ottenere i risultati promessi da Samsung.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • marco

    ho un ssd 840 evo 250gb da circa un anno e ho il problema del rallentamento prestazionale: Per aprire la cartella download ci mette un eternità!! ho installato questo ultimo firmware direttamente da magician ma magicamente rimane tutto come prima!!! Chiamo la hanaro che si occupa dell’assistenza samsung e mi rispondono che devo anche formattare tutto per risolvere… ora dico io: se devo formattare avrei risolto il problema anche senza il firmware che per averlo ho dovuto aspettare fino e fine aprile 2015!! Pessimo acquisto, mai più samsung. Sono sicuro che tra un anno riavrò questi problemi

    • Abbiamo appena aggiornato l’articolo perchè dopo una settimana avevamo rilevato i suoi stessi problemi. E’ assolutamente necessario attivare almeno una volta la funzione Advanced Performance Optimization che trova nel sotto-menu Performance Optimization. Nel nostro caso i miglioramenti sono stati notevoli.

      • Luigi Pezzullo

        Dopo aver letto questo articolo ho eseguito la Advanced Performance Optimization su mio SSD 840 EVO.

        Nella image che segue potete vedere il prima e dopo.

        In alcuni test è migliorato in altri è peggiorato.

        E’ normale?

        Grazie

        • Buongiorno. Mi scuso per il ritardo nella risposta.
          Ho fatto un paio di analisi al SSD in questione, ma purtroppo non ho i dati con Rapid Mode inserito riguardo a come fosse prima dell’ottimizzazione. In ogni caso, sembrerebbe che il mio computer in Rapid Mode abbia un collo di bottiglia notevole dovuto quasi sicuramente al fatto che è un portatile, come si può vedere dai risultati ottenuti oggi stesso da me.
          È quindi per me impossibile rispondere alla domanda: probabile che qualche lieve variazione delle velocità sia comunque sintomatico.
          Si potrebbe provare a disattivare il Rapid Mode ed effettuare di seguito l’ottimizzazione: è possibile che qualcosa cambi.