In Svizzera i pacchi si consegnano con i droni. Test al via in estate

260
0
CONDIVIDI
droni

Non c’è soltanto Amazon a testare le consegne dei pacchi mediante droni. Anche in Svizzera partirà questa estate un progetto pilota che porterà le poste locali (con la collaborazione della società Swiss WorldCargo) a utilizzare i droni per la consegna della corrispondenza. L’azienda Matternet, che produce droni, ha scritto in un comunicato stampa che questa sarà la prima grande prova in un ambiente commerciale per i velivoli a guida autonoma da loro prodotti.

Se l’esperimento darà esiti positivi, Matternet userà i dati raccolti per cercare di convincere le Poste, e altre società simili, a utilizzare la distruzione della corrispondenza mediante droni. Verranno sperimenti una serie di droni ONE prodotti da Matternet. Secondo la società, questi velivoli sono in grado di trasportate pacchetti pesanti 340 grammi con una singola ricarica. I droni sono programmati per evitare la collisione, ma molte altre sfide logistiche legate alla consegna locale dovranno essere superate durante la fase di test.

matternet one

Andreas Raptopoulos, CEO di Matternet, ha dichiarato: «Siamo estremamente entusiasti di portare Matternet ONE in Svizzera, uno dei paesi più tecnologicamente avanzati al mondo».

Test come quelli che verranno iniziati in Svizzera sono già in corso in Cina e negli Stati Uniti. Nel mese di febbraio, Alibaba ha condotto a Pechino, Shanghai e Guangzhou una prova dalla durata di tre giorni del proprio sistema di consegna pacchi via drone. Nel mese di marzo, Amazon ha ottenuto il permesso dalla FAA per procedere con le proprie prove di consegna via drone sul suolo americano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS