Turchia, attaccata la sede del partito di Erdogan. Morto un attivista

Un commando armato ha assaltato la sede dell'Akp a Batman, Anatolia. Sale la tensione in vista delle elezioni di giugno. Ucciso Abit Nasiroglu, figlio di un ex deputato del partito di Erdogan, Nezir Nasiroglu

41
0
CONDIVIDI
Un commando armato ha assaltato la sede dell'Akp a Batman, Anatolia

Sconosciuti armati hanno attaccato questo pomeriggio un ufficio elettorale del partito islamico Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan a Batman, in Turchia, nell’Anatolia sudorientale uccidendo un attivista, Abit Nasiroglu, figlio di un ex deputato del partito di Erdogan, Nezir Nasiroglu. L’attacco alla sede del partito di Erdogan è avvenuto a poche settimane dalle cruciali elezioni politiche che si terranno in Turchia a giugno e è solo l’ennesimo episodio di tensione dopo quello avvenuto neanche un mese fa nel palazzo di Giustizia di Istanbul in cui perse la vita il magistrato che si stava occupando della morte di Berkin Elvan, il ragazzo simbolo delle grandi proteste di Gezi Park.

Aggressioni analoghe si sono verificate negli ultimi giorni contro le sedi di due partiti di opposizione, senza però fare vittime.

Il video del luogo dell’attentato

Bu video Adobe Flash Player’ın son sürümünü gerektirmektedir.

Adobe Flash Player'ın son sürümünü indirin.


Le motivazioni dell’attacco al momento non sono chiare. Al momento della sparatoria era presente anche il candidato Akp alle politiche di giugno a Batman Adile Gurbuz. Il segretario provinciale del partito Diyaeddib Ucar ha ipotizzato che l’attacco possa non avere motivazioni politiche ed essere legato a un diverbio per questioni di soldi. Il 20 aprile a Istanbul erano stati esplosi colpi di arma da fuoco contro un ufficio del partito nazionalista Mhp e il 18 aprile ad Ankara contro una sede del partito pro-curdo Hdp. Il primo aprile inoltre un uomo armato aveva brevemente occupato una sede dell’Akp nella capitale della Turchia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS