Api: ecco perché muoiono dopo aver punto

2602
0
CONDIVIDI
api pungono

Perché le api muoiono dopo aver punto? Il pungiglione delle api è dotato di piccoli uncini che si aggrappano al tessuto della vittima. Quando l’ape scappa si stacca dal pungiglione, che è collegato all’apparato digerente dell’insetto.

Anche se l’ape si stacca, il pungiglione conficcato nel tessuto continua a esercitare la sua azione iniettando veleno nel corpo della vittima. In caso di puntura inferta all’uomo è necessario provvedere all’estrazione del pungiglione evitando di toglierlo con le dita. La pressione esercitata potrebbe infatti iniettare del veleno ancora presente nelle ghiandole.

Il sacrificio dell’ape ha senso se teniamo conto del percorso evoluto fatto da questo insetto. A pungere eventuali minacce sono infatti le ape operaie, quelle che non possono riprodursi e che devono sacrificarsi per proteggere la regina e i fuchi.

Le api operaie attaccano principalmente quando sono spaventate da movimenti bruschi, oppure quando entrano a contatto con colori scuri che contrastano con il colore chiaro del cielo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS