CONDIVIDI
canale di sicilia
Il mercantile portoghese King Jacob che ha prestato i soccorsi

Un peschereccio con circa 700 migranti a bordo si è capovolto nel Canale di Sicilia. Un mercantile portoghese fatto arrivare nella zona del disastro ha messo in salvo 28 persone. Sono 24 i cadaveri recuperati finora dai mezzi di soccorso nell’area a circa 60 miglia a nord della Libia, dove è avvenuto il naufragio.

Si parla di almeno 700 morti. Non sono stati trovati altri superstiti in aggiunta ai 28 tratti in salvo nell’immediatezza del naufragio. Secondo le prime informazioni, dal peschereccio era stata lanciata una richiesta di aiuto indirizzata al centro nazionale soccorso della Guardia Costiera. La sala operativa del Comando generale delle Capitanerie di porto ha dirottato un mercantile in prossimità del mezzo in difficoltà ma non appena arrivati hanno visto il peschereccio capovolgersi.

migranti canale di sicilia

Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr, ai microfoni RaiNews24, ha dichiarato: «Probabilmente il barcone è stato avvicinato da un mercantile, c’è stato un momento di esitazione a bordo: lo spostamento di alcuni ha fatto capovolgere il natante. È incredibile l’efferatezza dei trafficanti che hanno riempito la barca fino all’inverosimile».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS