Premier League: il City abdica nel derby, il Manchester United vince 4-2

Dopo tre stracittadine perse di fila, il Manchester United si riprende lo scettro della città demolendo 4-2 un City ormai in caduta libera.

137
0
CONDIVIDI

Dopo tre stracittadine perse di fila, il Manchester United si riprende lo scettro della città demolendo 4-2 un City ormai in caduta libera. Dopo oltre 500 giorni passati alle spalle dei biancocelesti Campioni d’Inghilterra in carica, gli uomini di Van Gaal hanno fatto esplodere di gioia i tifosi dell’Old Trafford regalandogli una prestazione sontuosa e una vittoria che consente di blindare il terzo posto allungando a +4 sui rivali cittadini.

La gara per lo United era cominciata male con il City subito in vantaggio con Aguero all’8′  e padrone indiscusso del match. La reazione dei padri di casa è stata veemente e al 14′ Young ha trovato il pari sfruttando al meglio un errore della retroguardia ospite. Al 27′ i Red Devils mettono la freccia con Fellaini che di testa supera Hart sancendo il predominio United. Il tris arriva poi in una ripresa gestita al meglio dagli buoni di Van Gaal, con Mata che al 67′ sfrutta nel migliore dei modi un assist d’oro di Rooney.

Il sigillo finale è messo da Smalling che di testa (ma forse in fuorigioco) mette dentro un preciso cross di un Mata rigenerato (così come Fellaini) dalla cura Van Gaal.

Il Manchester united ha conqusitato la vittoria numero 70 nel derby. L’ultima nel 2012

Il 4-2 finale ancora di Aguero serve solo a rendere meno pesante la sconfitta con il Manchester City che sul terreno del “Teatro dei Sogni” abdica il titolo a favore del Chelsea ormai lontano 12 punti. Dalla prossima stagione, iniziando dal cambio di guida tecnica, i citizens inizieranno la loro mini rivoluzione.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS