CONDIVIDI

Da fotografo amatoriale mi sono sempre dilettato nella fotografia con iPhone, che è sempre stato un dilettevole sostituto della mia reflex nei casi dove non era necessaria. Alle volte, utilizzare un dispositivo mobile per fotografare può anche risultare divertente, perché magari si ha qualche “responsabilità” in meno e una libertà (non parliamo di impostazioni) diversa. Ma come un po’ tutti, la foto appena scattata va sempre post-prodotta, anche solo per dargli quel tocco personale nei colori.

Snapseed: l’unica applicazione fotografica che vorrete sempre utilizzare

Sono sempre stato un amante di Snapseed, nonostante le diverse alternative presenti in App Store (tra cui VSCO Cam, che pongo al secondo posto), ma l’app in questione rimane la preferita, anche dopo l’acquisizione da parte di Google. Un’app semplice, con tutto ciò che si potesse chiedere e funzionale nella modifica dei vari valori. Però, qualcosa di diverso era necessario, un aggiornamento che migliorasse il tutto e che portasse un aggiornamento grafico che si più si avvicinasse al Material Design e al design flat di iOS. Proprio a tale proposito, pochi minuti fa, è infatti stata rilasciata su App Store Snapseed 2.0.
snapseed2_1La filosofia generale rimane abbastanza invariata, ma nel contempo cambia totalmente la forma. Sarà sempre possibile aggiungere una foto scegliendo tra l’ultima scattata, tra una presente in libreria oppure scattandone una con la fotocamera dell’iPhone. Subito dopo ci ritroveremo nella classica schermata di Editing dove avremo a pieno schermo la foto e potremo successivamente andare a scegliere cosa modificare. Già da qui possiamo trovare le prime novità, infatti sarà presente un istogramma (molto utile per regolare l’esposizione dell’immagine), un tasto “+” per poter raggiungere il menu strumenti e filtri, ed in alto anche una cronologia delle modifiche, oltre al tasto salva ed apri.
IMG_3428Come già detto, la filosofia dell’app rimane invariata ed anche il suo modo di funzionare. Sarà possibile scegliere però (e questa è una novità più che gradita) tra due sezioni, una “Strumenti” ed una “Filtri”. Nella prima potremo andare a scegliere diverse regolazioni che possiamo definire classiche, come regolazione dei valori tonali, contrasto, forma, prospettiva (davvero ben fatta), ecc. La seconda è invece incentrata su filtri creativi che, attenzione, non sono i classici filtri “alla Instagram” ma funzionalità più complesse già presenti nella precedente versione.
snapseed2_2Una volta scelto uno strumento o un filtro, andarne a regolare i parametri sarà molto facile. Basterà fare uno swipe verso il basso per scegliere dal menu a comparsa il campo da modificare, e poi uno verso sinistra o destra per modificarne il valore. Una funzione totalmente nuova è invece la cronologia delle modifiche. il numero che man mano si andrà aggiornando in altro, ci riporterà ad una cronologia di tutte le modifiche effettuate, che potremo andare a vedere ed eventualmente modificare utilizzando l’apposito strumento.
snapseed2_3 In poche parole, un aggiornamento davvero gradito e ricco di novità, che non dispiacerà ai più affezionati e ai patiti della post-produzione su mobile. Come sempre, Snapseed 2.0 è disponibile per iOS su App Store gratuitamente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS