CONDIVIDI

Come successo per Apple Watch, è scaduto l’embargo riguardante il nuovo MacBook da 12 pollici che Apple ha presentato lo scorso 9 marzo. Sono state pubblicate le prime recensioni, molte delle quali positive, con elogi soprattutto al design e alla “filosofia” del terminale. Altre sono invece negative, soprattutto quando si analizza l’hardware.

Il nuovo portatile di Apple colpisce per le sue dimensioni. Parliamo infatti di un portatile con schermo da 12 pollici e uno spessore che va da 0,35cm a 1,31cm in meno di 1Kg di corpo macchina. Stiamo parlando del computer più leggero e sottile tra quelli proposti dall’azienda americana, con una batteria straordinaria e una tecnologia che molti hanno reputato stupefacente.

Insieme agli aspetti positivi, ci sono anche elementi negativi illustrati nelle primissime recensioni di chi lo ha già testato. Il limite più evidente riguarda la presenza di una singola porta USB-C e un mini-jack, gli unici collegamenti fisici di cui il portatile dispone.

Una macchina sottile senza PARTI e linee superflue

Questa è l’affermazione con cui The Verge esordisce nella propria recensione, dove il MacBook viene considerato il futuro dei laptop. Nonostante le sue limitazioni, infatti, il MacBook è la soluzione perfetta per chi ha bisogno di una macchina da sfruttare in mobilità e per chi è disposto ad accettare un compromesso tra portabilità e funzionalità. Il MacBook è un prodotto proiettato nel futuro, ma che poco si adatta alle limitazioni ancora troppo presenti in termini di qualità delle connessioni wireless. Questo obbliga gli utenti a dover utilizzare cavi e supporti fisici che, essendo non presenti sul nuovo macbook, ne limitano la produttività.

Un MacBook minimalista che prova come meno possa essere di più

CNET considera invece il MacBook come un dispositivo destinato a una piccola fetta di mercato che necessita di una versatilità maggiore che Air e Pro non offrono. Il tutto andando incontro a delle forti limitazioni a causa delle “poche” porte e dell’hardware non adatto a lavori più intensi. Anche CNET ammette però che il touchpad, il display e il design sono degni di un top di gamma.

La cosa più importante da pensare a riguardo del nuovo MacBook non è necessariamente cosa è ora, ma cosa rappresenta

Mashable esordisce con questa frase, che si rifà decisamente al pensiero di The Verge, ovvero che il MacBook rappresenta il futuro, ma forse non è ancora adatto a oggi. Come su CNET, anche qui viene considerato l’aspetto della cerchia ristretta di utenza che non necessita di potenza hardware, ma solo della portabilità. Criticate anche qui le scelte delle porte (ovvero solo una USB-C) che causeranno la necessità di utilizzo di più adattatori.

Tutte le recensioni andate online elogiano il nuovo MacBook per il suo design e lo reputano perfetto per chi ha bisogno di qualcosa che si trovi a metà strada fra un iPad e un MacBook Air. Ad esempio, sarebbe un computer perfetto per uno studente universitario.

Le critiche più aspre vanno all’hardware, che non può competere con le prestazioni dei MacBook Pro Retina o degli Air, e alla connettività, davvero striminzita. Apprezzato invece il display e la tecnologia ForceTouch.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Lay

    “un computer perfetto per uno studente universitario.”

    fatevi una canna di meno

    • È un dispositivo assolutamente piccolo, leggero e prestante per il classico uso universitario. Non mi sembra così sbagliata come affermazione. :)

      • Lay

        è sbagliata per 3 ragioni:
        1. non è prestante e scalda
        2. a chi basta un computer del genere basterebbe un tablet qualsiasi con una tastiera e spenderebbe anche meno…
        3. chi invece fa una facoltà informatica, grafica, cinema ecc… ha bisogno di un portatile che riesca a fare un buon lavoro senza scaldarsi e mantenendo a lungo la batteria.

        un universitario, solitamente se ha bisogno del computer ha bisogno di un computer che faccia qualcosa di più che navigare e scrivere un testo.
        Un universitario di lettere/filosofia ecc… che ha bisogno solo di scrivere può arrangiarsi con ipad e tastiera e surface con i quali spende anche meno (teoricament e un universitario non butta 1500€ nel cesso).

        Quindi l’affermazione è sbagliata.

        • 1. È fanless, non puoi pretendere un i7 quad-core con dissipazione passiva ;). Oltretutto questo tipo di device non sono mai stati più potenti di questo MacBook.
          2. Senza prendere in considerazione tablet Android & Co., se andassimo a prendere un iPad con la stessa capacità di archiviazione andremo a spendere circa 800€ + tastiera e cover varie… Certo, il prezzo è comunque minore, ma rimani sempre con un tablet in mano che sa solo fare due cose in croce… Vuoi mettere con un computer che, nell’eventualità, sa fare praticamente tutto?
          3. Su questo non ci sono dubbi, ma stiamo parlando di uno studente medio, allo stesso prezzo c’è anche il MacBook Pro Retina 13 per i più esigenti (sia di potenza che di porte, volendo fare i pignoli).

          È chiaro che questo MacBook non sia proprio al passo con i tempi, ma stiamo comunque parlando di un device rispettabilissimo con un processore che, seppur “vecchio”, sa tenere testa alta ai suoi concorrenti.

          (di universitari con un MacBook da almeno 1200€ ce ne sono… e tanti… i soldi non mancano a quanto pare :))

          • Lay

            1. hanno fatto un errore loro. fanless un computer non lo può essere. un tablet sì.
            2. un ipad non scalda con 20 pagine aperte (sempre che prendi un ipad nuovo… ). mi pare proprio che un ipad, rispetto a questo macbook possa fare più cose… poi perchè limitarsi ad apple, se un prodotto apple è superiore allora si prende quello se è inferiore si prende la concorrenza.
            3. uno studente medio ha bisogno di penna e carta, uno studente “medio” che vuole scrivere su dispositivo elettronico ha bisogno di un tablet. uno studente medio di informatica/qualsiasi altra facoltà che usa il computer ha bisogno di un buon computer.

            tanti universitari prendono computer da 300€, chi vuole spendere sui 1000€ per un ultraportatile di sicuro cerca un computer che duri qualche anno, affidabile, con una buona batteria e che possa far più o meno tutto, non il sostituto costoso di un tablet. per questo l’air è così diffuso in ambito universitario, permette di avere un computer che può fare tutto quel che si fa con un normale computer ma è più affidabile ed ha una batteria migliore.

            comunque può anche darsi che qualche ricco universitario di lettere, l’utente “medio” per eccellenza di apple decida di spendere 1200€ per prendere un ipad più comodo, questo non lo metto in dubbio, dopotutto avere un macbook color oro fa molto figo.

            poi non capisco quali sarebbero i vantaggi rispetto all’air da 11” ad esempio… 1” in più? la mancanza di porte usb? l’utilissimo schermo retina (come se l’air avesse uno schermo orribile… e come se agli universitari servisse davvero)?
            poi quando dovrà usare skype con i compagni d’università si dovrà accontentare dei 480p.
            lasciamo perdere il fatto che la mela luminosa sia stata sostituita dalla tristissima mela nera (come su ipad, guardacaso).
            ripeto, universitari a cui serva davvero questo computer non ce ne sono, si può trovare di meglio ad un prezzo inferiore anche nello store apple.

            il macbook può trovare una collocazione tra i rappresentanti che devono avere un prodotto bello e leggero da trasportare e che devono di solito fare un uso molto basilare del computer. anche se a quella cifra se fossi rappresentante ci penserei 5-6 volte

          • 1. Anche Asus & Co. fanno device fanless… Hanno sbagliato anche loro?
            Un computer può essere fanless, lo consiglio vivamente in luoghi particolarmente silenziosi. Certo, scalda, ma lo preferisco al rumore della ventolina di Air a pieno carico.
            2. Un iPad non potrà mai sostituire un computer, non ora. Un tablet è un ottimo prodotto, non ci sono dubbi, ma ha molte lacune che non può colmare rispetto ad un pc, anche del “misero” valore di 300€. MacBook sarà anche “lento”, ma può compilare e renderizzare se necessario… iPad? Non mi risulta ci sia ancora Final Cut, XCode, Eclipse, Publisher e tanti altri.
            3. E il MacBook non è un buon computer? È il più leggero della categoria, il più sottile e fa il suo sporco lavoro. Se vuoi che faccia pure il caffè per le notti di studio, hai sbagliato prodotto ;)
            Ripeto, per alcune università ha poco senso (vedi ing. informatica) ma per le altre… È una validissima scelta… Così come è una valida scelta un MacBook Air, senz’altro.
            Allora perché dovrei scegliere un MacBook 12 anziché un Air? Magari per la portabilità, magari perché il design è diverso rispetto ad Air (che, sinceramente, ha stufato visto la mole di modelli presenti in giro), magari per un display più nitido o quel pollice in più che, sembra poco, ma ti permette di vedere più contenuti (se poi ci aggiungi il Retina display…). Ti do ragione sulle porte, ma per le dimensioni è il massimo che potessero fare. Per il resto, è una validissima alternativa.

            Sarò in grado di rivedere questa risposta in un eventuale futuro, quando iPad avrà una sorta di “multi-window”, per ora rimane, a mio parere, un ottimo prodotto mal sfruttato.

          • Lay

            1. Non sono prodotti che costano 1200€ (se lo sono hanno sbagliato anche loro… mica perchè una cosa la fanno tutti è giusta). tra l’altro la ventolina si attiva quando c’è veramente bisogno. In quei casi il macbook o si spegne o abbassa il clock
            2. senza ventole e con un processore del genere non riesce a fare niente di qel che hai citato per più di 5 minuti.
            3. è il più leggero al costo di rinunciare ad attaccare qualsiasi penna usb (e non dirmi che agli universitari non servono)… certo se poi ti porti gli adattatori il peso aumenta.
            per ing. informatica forse ha pure senso XD… per informatica no… ma ho parlato anche di tutte le altre facoltà.

            Allora perché dovrei scegliere un MacBook Air anziché un 12”?

            Magari perchè il design dell’air è comunque ottimo come anche lo schermo e la portabilità ma a parità di prezzo offre una serie di vantaggi importanti:

            1. le porte usb e il magsafe oltre al mini-displayport integrati

            2. un processore e una scheda grafica che reggono tutto

            3. una ventola che anche se silenziosa quando necessario parte e mantiene il macbook a temperature accettabili senza dover abbassare il clock o spegnere il computer.

            4. perchè con i soldi del macbook 12” prendi un retina pro 13” che è superiore in tutto (portabilità estrema a parte… ma di sicuro non è un mattone).

            per finire, il multi-window esiste in tantissimi tablet (sia windows sia android), non vedo perchè fissarsi sull’ipad se non offre quel che ti serve.

            Sicuramente se quel macbook costasse quanto il surface sarebbe un ottimo prodotto… anche se costasse un po’ di più ma meno dell’air sarebbe un prodotto da prendere in considerazione. Con quel prezzo è un prodotto fuori mercato.

            Ad apple dicevano di non voler fare ibridi tra computer e tablet… beh con questo macbook hanno fatto un ibrido.

            Mi sono stufato di dire sempre le stesse cose, puoi insistere quanto vuoi, e di sicuro qualcuno convinto lo comprerà. Ma questo non è un prodotto per universitari. in questo macbook Final Cut, XCode, Eclipse possono a mala pena partire, poi fondono la cpu (quindi o il macbook si spegne o abbassa drasticamente il clock)… e se togli quello che non puoi fare ti restano le operazioni di base.

            Se non volevano mettere la ventola dovevano studiare un sistema di raffreddamento alternativo… invece sono stati pigri…
            Non si risolve il problema dei ladri di biciclette togliendo le catene alle bici… non si risolve il problema del raffreddamento togliendo la ventola (e no… non sono sufficienti cpu che consumano poco persino i tablet scaldano facendo certe operazioni… ma sono tablet quindi quelle operazioni che scaldano le facciamo per brevissimi periodi… inoltre costano poco).

          • … come è impossibile cavare sangue dai muri :)
            A mio parere è un buon prodotto, anche per un uso universitario. È inutile che ti ripeta i motivi, tanto da questo punto non ci schiodiamo.
            Sin dalla presentazione ho odiato la sola presenza di Type-C, ma a parte quello lo ritengo un ottimo prodotto (anche per il design… scegli anche questo in un prodotto Apple)
            PS: mettere “nella mischia” anche prodotti Google & Co non ha senso visto che stiamo parlando di Apple in ambito universitario

          • Lay

            l’ultimo punto non lo capisco proprio.. sono utente apple in questo momento ma non capisco per quale motivo in futuro dovrei considerare solo apple e non capisco perchè alcuni utenti lo fanno. Se un prodotto non rispecchia al 100% le mie aspettative cerco i prodotti della concorrenza. Apple è un produttore come un altro, punta sulla qualità e sull’assistenza. ma come apple anche Amazon punta sulla qualità e sull’assistenza.
            Un produttore che ad esempio sconsiglio dal punto di vista assistenza è samsung.
            Windows invece non l’ho ancora provato.
            Ci sono tanti prodotti e produttori e non vedo perchè non bisogna metterli tutti nella stessa mischia. Io sono un consumatore loro i produttori. non c’è un produttore del cuore, non sono squadre di calcio.

          • Siamo in un post Apple, stiamo parlando di Apple in ambito universitario. Non ci stiamo chiedendo “Qual’è il miglior device per l’università?” ma “Qual’è il miglior prodotto Apple per l’università?”. È chiaro che al di fuori di Apple ci siano altre ottime alternative, ma non siamo nel contesto per prenderle in considerazione ;)

  • Matt

    Io ho venduto il mio vecchio MacBook Pro 15″ i7 quad-core ed ho acquistato ilnuovo MacBook. Il mio commento? Fenomenale.
    Utilizzo il Mac principalmente per l’università affiancandolo con un iMac a casa. Non c’è dubbio:in termini di portabilità e comodità, MacBook 12 è imbattibile.
    Il processore Core M non scalda affatto, anzi, il mio MacBook Pro svolgendo le stesse mansioni scaldava mooolto di più.
    Per l’utilizzo che ne faccio io (Pages, Word, Web, Mail, PowerPoint, Skype…) è il computer perfetto.