Pagamenti con il cellulare: anche Microsoft scende in campo

60
0
CONDIVIDI
Microsoft

Anche Microsoft punta sui pagamenti via smartphone. L’azienda di Redmond non vuole lasciare campo libero a Samsung, Google e Apple. Secondo alcune indiscrezioni riportate dal blog di Faisal Khan, esperto del settore finanziario, la società fondata da Bill Gates avrebbe chiesto l’autorizzazione per gestire trasferimenti di denaro in tutti gli Stati Uniti.

Windows 10, il nuovo sistema operativo per computer, tablet e smartphone, supporta già i pagamenti con tecnologia NFC. Questo nuovo servizio, che dovrebbe chiamarsi Microsoft Payments, dovrà vedersela con Apple Pay e Samsung Pay. Quest’ultimo verrà lanciato in estate negli Stati Uniti e in Corea del Sud e rispetto alla piattaforma offerta da Apple non tasserà le transazioni.

L’entrata di Microsoft nel settore dei pagamenti mobile potrebbe essere legata alla chiusura del servizio Softcard, che poteva essere usato anche sui dispositivi con sistema operativo Windows Phone. Secondo quanto precisato dal colosso di Redmond ad Ars Technica, è tuttavia troppo presto per annunci in tal senso. Microsoft, spiega un portavoce, «continua ad evolvere la sua offerta per venire incontro alle esigenze di clienti e utenti», e «diventare un servizio finanziario dà la flessibilità di offrire servizi cloud nuovi e innovativi per i nostri clienti, ma al momento non abbiamo nessun annuncio».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS