La batteria che si ricarica in un minuto è (quasi) realtà

284
0
CONDIVIDI
batteria alluminio

Una batteria capace di ricaricarsi in un minuto. Questo è quello che stanno provando a realizzare un gruppo di ricercatori della Stanford University. I produttori di smartphone, tablet e computer sono al lavoro da anni per cercare di arginare il problema della scarsa autonomia dei loro prodotti. La tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi anni ma purtroppo tutto ciò che riguarda il mondo delle batterie si sta evolvendo decisamente più lentamente.

Le ottimizzazioni software e hardware aiutano un po’ le tartassate batterie ma il futuro sarà all’insegna dell’alluminio. I ricercatori californiani che stanno lavorando su questo progetto hanno deciso di utilizzare proprio questo materiale, uno dei più facili da reperire e anche uno dei più economici, per sostituire le ormai attempate alcaline e le ioni di litio.

È in sviluppo una nuova batteria capace di ricaricarsi in un minuto

Peccato che questa “ultrafast rechargeable aluminum-ion battery” non abbia ancora superato l’ostacolo più importante: il voltaggio. La versione sviluppata attualmente mette a disposizione 2 volt, troppo poco per alimentare uno smartphone ma sufficiente per essere utilizzata nelle batterie stilo.

ioni-di-alluminio

Il segreto di questa nuova batteria risiede nell’impiego degli ioni di alluminio (nell’anodo) e nel catodo di grafite (nanocarboni). Questi due elementi vengono affogati in un elettrolita liquido ionico e il tutto viene rivestivo da un sacchetto flessibile in polimeri. Un altro punto di forza di questa nuova batteria riguarda la capacità di resistere alle continue ricariche. Una batteria tradizionale agli Ioni di Litio sopporta 1.000 cicli di carica e scarica prima di perdere capacità di assimilazione. Quella sviluppata dalla Stanford ha raggiunto quota 7.500 senza effetti collaterali sull’autonomia.

La nuova batteria agli ioni di alluminio è anche flessibile, caratteristica che le aziende che producono prodotti elettronici non potranno che accogliere con entusiasmo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS