I 5 servizi migliori per la musica in streaming sullo smartphone

1256
0
CONDIVIDI

1Spotify

Dati alla mano, Spotify è il servizio più utilizzato per quanto riguarda il mondo dello streaming musicale. È compatibile con tutte le piattaforme desktop e mobile e offre un catalogo con 20 milioni di brani da ascoltare anche in alta qualità (320 kbit/s). L’account gratuito permette di ascoltare musica in streaming con delle pubblicità tra un brano e l’altro e senza la possibilità di godere dell’alta qualità e del salvataggio dei brani per l’ascolto offline. Il piano Premium costa 9,99 euro al mese ma attraverso le promozioni degli operatori mobili si può arrivare anche a pagare meno.

2Rdio

Il primo vero antagonista di Spotify offre un vasto catalogo ma un abbonamento free più limitato. Non c’è la possibilità di ascoltare brani disponendo di un account gratuito ma si possono avviare soltanto le stazioni, ovvero dei brani casuali. Pagando l’abbonamento mensile da 9,99 euro viene sbloccato l’ascolto di brani e album e sparisce per sempre la pubblicità. È disponibile su iOS, Android e Windows Phone ma anche via web. Per coloro intendono utilizzare Rdio soltanto dal browser sono disponibili vari sconti (anche per le famiglie).

3Deezer

Un catalogo da 35 milioni di brani e una prova gratuita dalla durata di 30 giorni che potete utilizzare per mettere alla prova questo ennesimo servizio di streaming musicale. Il piano gratuito offre ascolto senza limiti su computer e tablet ma non su smartphone. Pagando l’abbonamento mensile potete anche scegliere di ascoltare musica in alta qualità, importare gli MP3 che avete salvati sul vostro PC, salvare musica offline per ascoltarla anche in assenza di connessione e zero pubblicità.

4Google Play Music

Questo servizio di streaming musicale di Google offre un catalogo da 30 milioni di brani, video musicali e stazioni radio personalizzate in base all’umore o a quello che state facendo. È disponibile la solita prova gratuita al termine della quale sarete chiamati a pagare 9,99 euro al mese. Se vi registrate a Google Play Music avete anche accesso a YouTube Music Key in versione beta per guardare milioni di video musicali senza annunci pubblicitari. Con l’account free potete caricare fino a 50.000 brani della tua raccolta di musica personale così da averli memorizzati in un unico contenitore cloud.

5Tidal

L’ultimo arrivato, o meglio rinato, sotto la guida di Jay-Z e sotto l’ala protettrice di molti artisti musicali che si sono impegnati per rendere questo servizio musicale il più utilizzato al mondo. Tidal offrirà contenuti esclusivi grazie alla collaborazione diretta dei più importanti artisti mondiali (molti sono anche co-proprietari) e due tipologie di abbonamento, quello classico da 9,99 euro al mese e quello Pro da 19,99 euro al mese che offrirà musica in altissima qualità (mai messa a disposizione da altri servizi di musica in streaming).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS