Perché si festeggia la Pasquetta e si fa la tradizionale scampagnata?

3014
0
CONDIVIDI

Perché a Pasquetta si organizza la famosa scampagnata? E perché il lunedì dell’Angelo è festa? Dite la verità, sono due domande che almeno una volta nella vita vi siete fatti. E se ancora non avete trovato la risposta è il caso di continuare a leggere. Il lunedì di Pasqua, detto appunto Pasquetta, è un giorno festivo, introdotto dallo Stato italiano nel dopoguerra, per allungare la festività della Pasqua, così come è avvenuto per il 26 dicembre, indomani di Natale o il Lunedì di Pentecoste (giorno festivo in Alto Adige e quasi in tutta Europa). Sotto il profilo religioso, il lunedì dell’Angelo ricorda l’incontro tra le donne davanti al sepolcro di Gesù ormai vuoto con l’angelo che annunciava la resurrezione. Non si sa, però, perché l’evento tradizionalmente sia stato spostato dalla domenica al lunedì.

Easter monday countries.PNG
In giallo i Paesi nel Mondo dove il lunedì dell’Angelo è festivo.

Una possibile spiegazione arriva dai vangeli che parlano di “giorno dopo la Pasqua”, facendo però riferimento alla Pasqua ebraica che cadeva di sabato. Di fatto l’incontro tra le donne e l’Angelo che annuncia la resurrezione avviene la mattina di Pasqua, la domenica appunto. Sullo spostamento non esiste quindi un’unica versione dei fatti.

il termine “Pasquetta” indica il lunedì dopo la Pasqua, ma in alcune località italiane non ha lo stesso significato:  la “Pasquêta”, per i genovesi, è il 6 gennaio

Il lunedì dell’Angelo, in Italia, è un giorno di festa che generalmente si trascorre insieme con parenti o amici con una tradizionale gita o scampagnata, pic-nic sull’erba e attività all’aperto. Una interpretazione di questa tradizione potrebbe essere che si voglia ricordare i discepoli diretti ad Emmaus. Infatti, lo stesso giorno della Resurrezione, Gesù appare a due discepoli in cammino verso Emmaus a pochi chilometri da Gerusalemme: per ricordare quel viaggio dei due discepoli si trascorrerebbe, dunque, il giorno di Pasquetta facendo una passeggiata o una scampagnata “fuori le mura” o “fuori porta”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS