CONDIVIDI

Pochi giorni fa abbiamo avuto la possibilità di vedere e toccare con mano i nuovi Samsung Galaxy S6 e S6 edge, i due nuovi top di gamma del colosso sudcoreano svelati in occasione del MWC 2015 di Barcellona. Questa nuova generazione di smartphone conferma il decisivo cambio di rotta di Samsung, la quale, dopo un 2014 decisamente poco brillante, è finalmente riuscita a dare vita ad un dispositivo dall’hardware solido e dal design elegante, preciso e curato in ogni minimo particolare.

Prendendo in mano i due dispositivi ci si accorge immediatamente dell’ottima qualità costruttiva e non si può fare a meno di notare l’assenza della tanto criticata plastica, finalmente sostituita dal vetro e dal metallo. Sia l’S6 che l’S6 edge adottano infatti un telaio in alluminio e due pannelli in vetro Gorilla Glass 4, elementi che assieme assicurano una notevole robustezza e privano i dispositivi da fastidiosi scricchiolii, nota dolente delle precedenti generazioni.

Come potete vedere nelle foto il Galaxy S6 presenta una cornice leggermente concava su entrambi i lati, cosa che ne facilita la presa. A differenza dal Galaxy S6 edge in cui si assottiglia per lasciare spazio al display curvo. Quest’ultima caratteristica, che non interferisce assolutamente sul normale utilizzo del dispositivo, permette di accedere ad una serie di funzionalità, come la possibilità di associare a cinque contatti preferiti un determinato colore che, nel momento in cui si riceve una chiamata a smartphone capovolto, illuminerà la parte curva dello schermo del colore scelto in precedenza. Questo ci permetterà di sapere immediatamente chi ci sta chiamando e, nel caso in cui non si abbia la possibilità di rispondere, sarà possibile interrompere la chiamata e inviare un messaggio preimpostato semplicemente appoggiando il dito sul cardiofrequenzimetro integrato.

Notevole come sempre il display – WQHD da 5,1’’ (2560×1440), 577 ppi, Super AMOLED – che come nel caso del Galaxy Note 4 è stato eletto da DisplayMate il migliore del settore. Migliorato il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali che ora, in modo analogo al TouchID di Apple, è in grado di riconoscere l’impronta semplicemente appoggiando il dito sul tasto home.

Da non dimenticare infine le numerose migliorie al comparto fotografico che vi ricordo essere caratterizzato da una fotocamera posteriore da 16 megapixel con stabilizzatore ottico dell’immagine (OIS) e da una anteriore da 5 megapixel: oltre ad un HDR migliorato – che migliora le prestazioni in condizioni di scarsa luminosità – sono infatti presenti una serie di funzionalità avanzate che permettono un maggior controllo dei parametri di scatto, come ISO, bilanciamento del bianco ecc. Se volete saperne di più riguardo le novità del comparto fotografico vi invitiamo a leggere questo nostro approfondimento.

Prima di lasciarvi vi ricordiamo che i nuovi Samsung Galaxy S6 e Galaxy S6 edge saranno disponibili dal 10 aprile ai prezzi sotto riportati:

  • Galaxy S6 32 GB – 739 euro;
  • Galaxy S6 64 GB – 849 euro;
  • Galaxy S6 Edge 32 GB – 889 euro;
  • Galaxy S6 Edge 64 GB – 999 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS