Ora legale, perché si utilizza?

67
0
CONDIVIDI

Nella notte tra sabato 28 e domenica 29 tè tornata l’ora legale. Abbiamo dovuto mettere l’orologio avanti di un’ora alle due del mattino. Ma su che principio si basa l’ora legale e perché la utilizziamo?

L’ora legale nacque da una proposta di Benjamin Franklin nel 1784. Fu introdotta in Italia nel 1916 per risparmiare energia elettrica grazie al maggior sfruttamento della luce solare.

Nel 1920 venne abolita in Italia per poi tornare definitivamente in vigore nel 1966, durante un periodo di crisi energetica. Dal 1996 il passaggio dall’ora solare a quella legale avviene con uguali tempi e modalità tra tutti gli stati dell’Unione Europea.

Non mancano però le polemiche sull’utilizzo dell’ora legale. L’Atlantic ha definitivo “pericoloso” lo spostamento degli orari biologici durante l’entrata in vigore dell’ora legale, ma il risparmio economico è netto e i numeri sono lì a certificarlo. Nel 2013 soltanto in Italia si sono risparmiati 91 milioni di euro (549,7 milioni di kilowattora, un valore pari al consumo medio annuo di elettricità di circa 205 mila famiglie).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS