Galaxy S6, smontarlo non è così facile

350
0
CONDIVIDI

L’oggetto del desidero del momento, Galaxy S6, è stato fonte di un interessante teardown che ha mostrato pregi e difetti del cuore del nuovo top di gamma di casa Samsung. La prima difficoltà è nella rimozione del vetro e della sezione in alluminio che riveste il bordo del device. Tolta, abbiamo subito a prima vista la batteria, coperta dal chip NFC, e la piccola scheda logica con processore, memoria e connettività nonché, a lato, anche il connettore jack per le cuffie e la fotocamera.

Insomma, tutto nella norma, quasi nulla di “diverso”. Galaxy S6 è un gioiellino anche nel suo cuore, nelle sue componenti che rendono perfetto il device. La possibilità di disassemblare alcune componenti dall’utente medio è però un problema, dettato dalle dimensioni e dalla disposizione dei componenti; la batteria, ad esempio, è difficilmente removibile a causa del chip NFC quasi “incollato” sulla batteria. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS