Uno sviluppatore scopre l’applicazione Activity all’interno di iOS 8.2

233
0
CONDIVIDI

Nel corso dello Spring Forward di lunedì scorso, sono state tante le cose dette riguardanti il piccolo device, marchiato mela morsicata. Soprattutto si è parlato molto di applicazioni, ufficiali e di terze parti che Apple Watch doterà al momento del suo debutto nel mercato, il 24 aprile. Con iOS 8.2, la compagnia di Cupertino ha aggiunto su gli iPhone dei propri utenti l’app “Apple Watch”, attraverso la quale si può abbinare lo smartwatch, guardare video di presentazione e scaricare applicazioni.

Lo sviluppatore, Hamza Sood, scavando all’interno dell’ultimo aggiornamento iOS, ha scoperto la presenza di Activity, l’app che permetterà di monitorare ogni elemento della comparto fitness. Activity compare nelle Home dell’app Apple Watch nel momento in cui si abbina l’orologio all’iPhone. Di questa app non si sa ancora molto, visto che lunedì scorso se ne solamente appena parlato.

All’interno di Activity troviamo tre anelli raffiguranti i tre settori che Apple permette di monitorare: il numero di minuti della giornata passati in piedi, il numero di passi eseguiti e l’intensità dell’attività fisica svolta. Sood ha creato una galleria immagini sul suo profilo Twitter davvero completa, e ci ha permesso di scoprire alcuni dettagli di quest’app, che risulta inutile senza un orologio.

Activity-iOS-8.2-800x472-2

La prima scheda di Activity è chiamata History, permette di tenere traccia dei propri miglioramenti nel corso del tempo. In questo modo sarà possibile osservare la cronologia delle proprie attività fisiche, svolte in un una giornata, in una settimana, in un mese o in un anno. La seconda scheda, Achievements, come dice il nome stesso, permetterà di controllare ogni singolo obbiettivo raggiunto con Apple Watch. Dallo screenshot non si riescono a vedere quali saranno gli obbiettivi, tuttavia ne sono mostrati almeno una dozzina da sbloccare.

Apple si sta spingendo molto verso il settore del fitness, e questa applicazione ne è la prova. Anche se, quando uscirà l’orologio sarà in grado di mostrare solo dati e informazioni che già diversi smartband fanno, le anticipazioni di Research Kit proiettano la compagnia di Cupertino verso un campo ancora inesplorato dalle Big del settore, com’è quello della ricerca medica-farmaceutica. Questo progetto, di cui abbiamo visto già numerose adesioni, mostra un potenziale di crescita molto elevato che potrebbe dare alla Mela una marcia in più.

screen-shot-2015-03-13-at-12-19-56

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS