Sony: stop alla produzione di sensori CCD

616
0
CONDIVIDI

Stando a recenti indiscrezioni, Sony potrebbe presto interrompere la produzione dei propri sensori fotografici CCD, al fine di concentrarsi esclusivamente su quelli CMOS. La notizia ci giunge da una recente intervista a Michael Cyros, Chief Commercial Officer di Allied Vision, azienda che si occupa della produzione di fotocamere digitali industriali.

Come dichiarato dallo stesso Cyros nell’intervista, la decisione di Sony si è rivelata tutt’altro che inaspettata. Grazie a notevoli miglioramenti per quanto riguarda qualità delle immagini, sensibilità, gamma dinamica e velocità, negli ultimi due anni la popolarità dei sensori CMOS è divenuta sempre maggiore.

Se quanto dichiarato nell’intervista si dovesse rivelare veritiero, Sony fermerà la produzione dei sensori CCD a marzo 2017, interrompendo completamente le spedizioni delle unità già prodotte a marzo 2020. Ciò significa che questa tecnologia, benché superata dai sensori CMOS, potrà continuare ad essere utilizzata per almeno altri cinque anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS