Qualcomm presenta Snapdragon Sense ID 3D Fingerprint Technology

192
0
CONDIVIDI

Al Mobile World Congress 2015, Qualcomm mette in mostra Snapdragon Sense ID 3D Fingerprint Technology, la prima tecnologia mobile di autenticazione 3D con impronte digitali basata su tecnologia a ultrasuoni. L’offerta di QTI è stata sviluppata per fornire funzionalità di autenticazione e usabilità avanzate oltre all’integrazione con tecnologie legacy basate sull’autenticazione touch tramite impronte digitali, mutuando tecnologie già sviluppate per le soluzioni biometriche governative.

Questa nuova piattaforma di autenticazione utilizza la tecnologia Qualcomm SecureMSM e la specifica FIDO (Fast IDentity Online) promossa dalla Alliance Universal Authentication Framework (UAF) per assicurare processi di autenticazione che non richiedono password. Questo nuovo standard per l’autenticazione mobile e il browser integrato sono studiati per consentire ad ogni sito o applicazione cloud che offre autenticazione FIDO di interfacciarsi con una vasta gamma di device FIDO attualmente in commercio o in fase di sviluppo.

Raj Talluri, senior vice president, product management QTI, ha dichiarato:

“I dispositivi mobile raccolgono sempre più dati e informazioni sensibili e le password da sole non bastano più a garantire il giusto livello di protezione che necessitano. La tecnologia Snapdragon Sense ID 3D Fingerprint prevede l’utilizzo unico al mondo della tecnologia a ultrasuoni che ha rivoluzionato il passaggio della biometria dal 2D al 3D, assicurando una ben più elevata accuratezza, maggiori livelli di privacy e processi più sicuri. Siamo molto orgogliosi di portare la nostra unica e innovativa tecnologia di autenticazione biometrica basata su ultrasuoni ai produttori di dispositivi mobili e ai loro utenti, che si tradurrà in un deciso miglioramento della user experience.”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS