Ancora un pari per la Roma, con il Feyenoord finisce 1-1. Qualificazione a rischio

129
0
CONDIVIDI

Dopo un primo tempo giocato su buoni ritmi la Roma carambola sui soliti errori scivolando verso l’ennesimo pareggio casalingo contro il Feyenoord. Ancora fischi allo Stadio Olimpico e qualificazione agli ottavi di finale di Europa League a rischio.

Primo tempo

La formazione di Rudi Garcia si presenta in campo con un tridente tutto nuovo, formato da Totti, Gervinho e Verde. Il classe 1996 sembra il più ispirato dei tre, tanto che è proprio il giovane napoletano a servire a Gervinho la prima palla gol del match. Al 7′ minuto Totti pesca Verde che salta Nelom e crossa dentro l’area di rigore, dove l’ivoriano si presenta davanti al portiere Varmeer calciando fuori. Al 22′ arriva il gol dell’ex Arsenal, di tacco su cross di Torosidis (imbeccato alla perfezione da Verde). Quattro minuti dopo altra occasione per l’ivoriano, ancora una volta su cross di Verde. Lo stop del campione d’Africa è però sbagliato e il portiere del Feyenoord blocca la sfera.

Al 37′ prima chiara occasione per gli olandesi con Kazim Richards, che calcia da posizione defilata impegnando l’estremo difensore giallorosso posizionato sul primo palo.

Secondo tempo

Nella ripresa la Roma arretra troppo il proprio baricentro concedendo diverse occasioni da gol agli attaccanti del Feyenoord. Al 55′ arriva il gol del pareggio di Kazim Richards, bravo a ribadire in rete un colpo di testa di Immers finito sull’incrocio dei pali. La posizione dell’attaccante turco è però irregolare sullo stacco di testa del suo compagno di squadra. Il guardalinee convalida la rete e Roma raggiunta sull’1-1.

Dopo il pareggio i giallorossi spariscono dal campo rischiando più volte il gol dell’1-2, soprattutto al 72′ su una punizione di Toornastra. Skorupski non blocca la sfera ma fortunatamente la palla finisce in calcio d’angolo.

All’83 Doumbia si divora il gol del 2-1 facendosi rimontare da Boulahrouz. L’ivoriano è troppo lento nel calciare a rete a tu per tu con il portiere della squadra olandese. Finisce 1-1 e sono ancora fischi all’Olimpico.

La qualificazione è appesa a un filo. La Roma dovrà segnare almeno un gol al “de Kuip” per provare ad andare avanti in una competizione che tutti a Trigoria reputano importante.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS