Parma, il giorno della verità. I soldi ancora non ci sono

478
0
CONDIVIDI

Giampietro Manenti, a poche ore dalla scadenza dell’ultimatum, rassicura sui pagamenti. A RadioParma il nuovo patron del Parma ha dichiarato: “Abbiamo ottemperato e stiamo aspettando l’ok definitivo. Se siamo tranquilli? Tranquilli non lo si è mai, saremo tranquilli solo quando sarà tutto fatto, ma in linea di massima tutte le intese ci sono. Speriamo di avere oggi tutte le certezze. Contiamo di fare un comunicato nel quale diremo che stiamo adempiendo agli impegni presi. Stiamo facendo un giro di tutti i fornitori, ed è un processo lungo. L’ora limite per pagare i tesserati è la mezzanotte, ma vogliamo pagare non solo loro, ma anche tutti i dipendenti in parti eque, perché non facciamo distinzioni”.

Dopo il punto conquistato ieri allo Stadio Olimpico contro la Roma, i calciatori si aspettano di ricevere i loro stipendi entro la mezzanotte di oggi. Se non arriveranno i soldi si procederà con la messa in mora del club emiliano. Ballano 20 milioni di euro.

Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, raggiunto alla presentazione del libro di Lamberto Gherpelli, “Qualcuno corre troppo – il lato oscuro del calcio”, ha detto che nonostante quello che succederà oggi incontrerà il nuovo presidente del Parma per cercare una soluzione. “Diamo fiducia ai proprietari, speriamo che si risolva, anche se da quello che si sente non è facile”, ha concluso Tommasi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS