Wearable, al bando durante gli esami universitari

307
0
CONDIVIDI

Un tempo erano le mini calcolatrici, poi gli smartphone. Durante un esame questi dispositivi potevano essere d’aiuto per copiare. Ora, con l’avvento degli smartwatch, il problema si ripropone nuovamente. I nuovi wearable che stanno piano piano sempre prendendo più piede potrebbero aiutare gli studenti meno “interessati” ad utilizzare internet e non solo per copiare sfruttando il proprio wearable come mezzo.

A tal proposito tra le prime a muoversi c’è proprio la City University di Londra che ha parlato di un “serio problema dal 2015 in poi” in merito all’arrivo di smartwatch & Co. Quale soluzione prendere? Sicuramente, come già accaduto con smartphone e tablet, all’entrata della sessione d’esame saranno ritirati tutti i device, wearable e non, dando a disposizione un orologio per la consultazione dell’ora a chi è stato ritirato il proprio orologio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS