I giovani salvano Garcia, la Roma torna a sognare con un Verde in più

229
0
CONDIVIDI

Attacco sterile, assenze a non finire e, per non farsi mancare proprio nulla, anche titolari acciaccati o influenzati, vedi Ljajić e Totti. La Roma si presenta a Cagliari con un sola speranza: i giovani. Sì, proprio quei giovani che non riescono a trovare spazio con Rudi Garcia. Nel tridente offensivo scopriamo esserci a sorpresa il giovane Daniele Verde, classe 1996. È lui il punto di riferimento più avanzato, quello che deve provare a proporre gioco e a creare scompiglio nei pressi dell’area di rigore avversaria.

Ci riesce benissimo, mettendo in mostra tutto il suo potenziale mentre Totti e Ljajić cercano di concretizzare le sue giocate. La retroguardia giallorossa trema dopo appena un minuto di gioco su cross di Avelar. Holebas cicca l’intervento deviando però con la schiena il tiro a botta sicura di João Pedro. Torosidis spazza via il pallone rischiando un clamoroso autogol. Passano i minuti e la Roma prende sempre più confidenza con la trequarti avversaria. Verde si muove bene prima sulla fascia destra e poi sulla quella sinistra cercando di triangolare con Ljajić, Totti e Pjanić.

Proprio su un passaggio di Verde nasce il vantaggio romanista. Tocco sotto con palla a scavalcare il difensore sardo. Ljajic si ritrova il pallone sui piedi e batte Brkić. 0-1 e Roma che finalmente torna in vantaggio dopo diverse partite in cui è stata sempre costretta a rimontare.

La seconda frazione di gioco si apre con un Cagliari più propenso a cercare l’azione offensiva. Totti e compagni si rinchiudono in difesa nel tentativo di congelare il risultato. La squadra guidata da Zola ci prova diverse volte ma l’occasione più clamorosa arriva sui piedi di Čop. Il croato a tu per tu con De Sanctis, dopo un errore clamoroso di Yanga-Mbiwa, spara alto smorzando l’urlo di gioia del pubblico del Sant’Elia.

Forse fresche in campo per la Roma con Paredes e Sanabria (il primo classe 1994, il secondo 1996) che prendono il posto di Totti e Ljajić. Al minuto 85 è ancora Verde a involarsi sulla fascia sinistra e a mettere in mezzo un pallone invitate che Paredes calcia in rete trovando il palo più lontano. Brkić non respinge e palla che finisce in rete. 0-2 e partita virtualmente chiusa quando mancano pochi minuti al 90′. Nei cinque minuti di recupero il nuovo acquisto M’Poku segna il suo primo gol con la maglia del Cagliari ma è tutto inutile. La Roma torna a vincere dopo quattro pareggi consecutivi. Campionato ancora vivo con la Juventus che dista sempre 7 punti. Il Napoli rimane a 4 punti ma ciò che più conta è aver messo alle spalle un periodo piuttosto delicato tra infortuni, squalifiche e assenze per nazionali.

Nei prossimi giorni torneranno a Trigoria i due ivoriani Gervinho e Doumbia, oggi impegnati in finale di Coppa d’Africa, ma con un Verde così c’è già un motivo in più per sorridere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS