Samsung acquisisce dirigente Google per la piattaforma SmartThings

408
0
CONDIVIDI

Samsung sta tentando di convincere quante più aziende possibili nel settore hi-tech a diventare proprie partner e ad utilizzare la piattaforma SmartThings, servizio creato per garantire collegamenti più facili e veloci tra dispositivi diversi in ambito domestico o lavorativo. Per raggiungere l’ambizioso obiettivo che porterebbe Samsung ad essere leader indiscusso nel settore dell’integrazione e della comunicazione di dispositivi, l’azienda ha investito molto su SmartThings e ovviamente non poteva fare a meno di scegliere un dirigente di altissimo livello per questo suo nuovo servizio.

E’ quindi Dora Hsu, ex dirigente di Google, la nuova acquisizione portata a termine da Samsung e a questa persona sarà affidato il pieno controllo della piattaforma. I 14 anni di esperienza accumulati lavorando per Google dovrebbero senza dubbio facilitare Hsu nel suo primo, importantissimo compito per conto della coreana Samsung, ovvero quello di realizzare partnership con altre importanti aziende al fine di introdurre sempre più prodotti nel mondo SmartThings.

La meta finale cui ambisce Samsung è ovviamente quella di aggiungere un numero sempre maggiore di dispositivi alla propria piattaforma, in modo da costringere a mano a mano gli utenti ad utilizzare tale servizio fino a farlo diventare un qualcosa di assolutamente irrinunciabile, ripetendo in un certo senso ciò che fece Apple con il suo App Storie in un mondo che è però assai più vasto e complesso di quello delle semplici applicazioni. E con l’aiuto di Hsu, l’azienda cornea potrebbe fare il colpo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS