Nervi tesi in casa Samp. Mihajlovic: “Eto’o ci ha mancato di rispetto”

910
0
CONDIVIDI

Nervi tesi in casa Samp. Dopo la pesante sconfitta subita contro il Torino (terminata 5-1), Siniša Mihajlović ha imposto sessioni di allenamento supplementari per “punire” i calciatori. “Non so se servirà, ma in qualche modo mi devo sfogare“, ha dichiarato il tecnico blucerchiato.

Peccato che il nuovo acquisto Eto’o non fosse del tutto d’accordo con questa decisione del suo allenatore. Dopo l’allentamento mattutino il camerunense ha abbandonato il centro sportivo della Sampdoria senza avvertire né i compagni di squadra né il tecnico serbo.

Il presidente Ferrero ha provato a minimizzare il caso dichiarando all’Ansa: “È stato solo un diverbio di opinioni e, per la verità, anche piccolo. Stiamo calmi, la Samp è saldissima”. Di tutt’altro avviso Mihajlović:

“La lite con Eto’o? Non c’è stata, per il semplice motivo che per litigare bisogna essere in due. E lui invece ha fatto tutto da solo. Io dopo l’allenamento del mattino non l’ho più visto e tantomeno ci ho parlato. Io non l’ho più visto. Perché se ne sia andato non lo so, né so cosa intenda fare ora la società. Di certo c’è solo che il giocatore non mi ha dato alcuna spiegazione: la considero una grave mancanza di rispetto nei confronti miei e del resto della squadra. Questa è l’unica verità di oggi: il resto, da qualsiasi parte esca, sono fantasie.”

Dichiarazioni pesanti, riportate dal sito Gazzetta.it, che certificano il momento non proprio felice in casa Samp.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS