Essere vegetariani fa bene alla salute?

467
0
CONDIVIDI

Il problema alimentare di noi Occidentali non è certo la carestia, semmai è l’opposto: mangiamo più di quello che il nostro corpo ha bisogno. L’obesità e il sovrappeso non sono malattie a sé stanti, ma aumentano il rischio di sviluppare malattie molto gravi: patologie muscolo-scheletriche, cardiovascolari, diabete e alcuni tipi di tumore. Questo è dovuto in gran parte alla nostra dieta sbilanciata, ricca in grassi e povera di fibre e vegetali, nonché la quasi assenza di attività fisica.

Come abbiamo già visto nei precedenti articoli, limitare il consumo di grassi saturi (burro, panna, strutto) è un buon investimento per la salute. Ma anche le carni rosse, come sappiamo, sono da limitare: sappiamo che il 30% dei tumori è correlabile a un’alimentazione ricca in grassi animali. Veniamo ai numeri: i vegetariani sono dal 20 all’70% più protetti da malattie cardiovascolari, il 40% più protetti dal cancro e dal 20 al 60% più protetti dall’ipertensione arteriosa, anche perché pesano, in media, il 10% in meno degli onnivori. E tutto questo solo escludendo la carne?

www.overpress.it-exerceo-vegetariano-vegan-vegetarian-fitness-health-salute-benessere

Non proprio. Dobbiamo ricordare che una dieta ricca di vegetali ci offre numerose protezioni dalle malattie: sappiamo che esistono molecole vegetali che ci proteggono da tipi specifici di tumore. Per cui la dieta vegetariana, offrendo un basso contenuto di acidi grassi saturi, di colesterolo e proteine animali ma innalzando nell’organismo i livelli di antiossidanti e altri fitocomposti, ostacola l’insorgenza di numerose patologie e tende a mantenere più snelli per tutta la vita. Le preoccupazioni maggiore per chi nutre dei dubbi sull’alimentazione vegetariana sono le carenze alimentari: tuttavia oggi gli studi confermano che una dieta vegetariana (purché ben equilibrata) non comporta alcun rischio o tipo di carenza nemmeno per la crescita e lo sviluppo di bambini, né a breve, né lungo termine. La carne può essere sostituita con altri cibi o sostanze che appartengano a gruppi alimentari con analoghe caratteristiche nutrizionali.

www.overpress.it-exerceo-vegetariano-vegan-vegetarian-fitness-health-salute-benessere

Ovviamente la scelta di passare a un’alimentazione vegetariana dovrebbe essere seguita da un nutrizionista se sono presenti gravi carenze alimentari o patologie particolari. Per chi non può rinunciare alla fettina di carne quotidiana, gli studi raccomandano almeno di ridurre il più possibile la carne rossa ed eliminare del tutto la carne conservata. Ma per molti il problema sembra essere un altro: se non vogliamo essere vegetariani per scelta forse lo faremo per necessità. Tra poco gli abitanti del nostro pianeta saranno 9 miliardi: ci sarà cibo per tutti? Lo scopriremo nel prossimo articolo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS