Direct X 12 spiegate semplici

699
0
CONDIVIDI

Con Windows 10 arriveranno su tutti i PC le nuove DirectX 12 che promettono faville sia per i videogiocatori sia per gli sviluppatori, con maggiore libertà per i secondi che si tradurrà in maggiore qualità per i primi, a parità di hardware. Ma che cosa sono le DirectX, e perchè questa nuova versione è così importante?

CPU e GPU

Da sempre esistono sui computer la CPU, il processore, e la GPU, comunemente chiamata scheda video: le funzioni alla base sono le stesse, ma la GPU è maggiormente ottimizzata per elaborare la grafica, ma negli anni si è visto necessario far parlare CPU e GPU, invece di farle lavorare singolarmente, e questo lo si è ottenuto con le relativamente moderne DirectX, disponibili dal 1995.

Il problema fondamentale delle DirectX è che fanno comunicare la CPU – a più core – con la GPU – sempre a più core – ma solo un core alla volta, limitando di fatto la potenza di calcolo di entrambi in alcuni frangenti: Microsoft ha risolto questa limitazione con le DirectX 10, disponibili da Windows Vista in poi, che permettono di avere la comunicazione tra CPU e GPU a più core, ma purtroppo il canale utilizzato permette di fatto solo la comunicazione tra un core CPU e un core GPU.

Parlare al core

La prima scheda video Nvidia a supportare le nuove DirectX è la Geforce GTX 970, presentata quest’autunno: ha 5,2 miliardi di transistor e, con le DirectX 11, per ora la vostra CPU comunica con tutti i miliardi di transistor inviando informazioni ad uno alla volta, e da un singolo core della CPU per volta. La vera rivoluzione si avrà solo all’arrivo delle DirectX 12, con Windows 10: con le nuove DirectX la vostra CPU potrà comunicare con i più core della GPU simultaneamente.

amd-mantle-overview-100055858-orig

Una tecnologia simile alle future DirectX 12 è AMD Mantle: già disponibile, fa sì che la  vostra CPU (Intel o AMD) possa dialogare con tutti i core della vostra GPU AMD. Purtroppo come è ovvio ha la limitazione di essere applicata solo alle GPU di AMD, escludendo la non indifferente parte di GPU Nvidia. Le DirectX 12 invece verranno integrate in Windows 10, supportando tutto l’hardware sul mercato che presenta compatibilità.

Parlando di compatibilità, Nvidia ha già dichiarato che tutte le schede video DirectX 11 avranno il supporto alle API di DirectX 12:

In addition, NVIDIA will match Microsoft OS support for DX12. Over 70% of gaming PCs are now DX11 based. NVIDIA will support the DX12 API on all the DX11-class GPUs it has shipped

Inoltre, secondo Microsoft, già il 50 % dei utenti ha hardware compatibile con le nuove DirectX 12:

Ma DirectX 12 non è solo videogame: il cloud computing sarà il primo a beneficiare delle DirectX 12: immaginate delle macchine virtuali che girano principalmente su una GPU invece che su una GPU. Per capire la potenza in gioco basta guardare questo grafico con sulle ordinate la potenza in GFLOPS/s:

cpu-vs-gpu

Lo scontro CPU vs. GPU è impari, sulla potenza bruta, mentre le cose sui compiti specifichi si fanno nettamente migliori.

I giochi con DirectX 12 arriveranno presto, ma sicuramente bisognerà aspettare l’uscita di Windows 10, prevista per la prima metà del 2015.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS