Lazio straripante, il Milan deve inchinarsi 3-1

296
0
CONDIVIDI

La storica maglia del -9 riporta la Lazio alla vittoria che piega il Milan in casa 3-1 al termine di una gara sontuosa e dominata dal primo all’ultimo minuto. Nonostante un primo tempo concluso in svantaggio, i biancocelesti hanno avuto il merito di non demordere e di credere sempre nella vittoria costringendo il Milan sempre nella propria metà campo. Protagonisti della gara Marco Parolo e Miroslav Klose, il primo autore di una doppietta e il secondo di un assist meraviglioso e del gol del meritato sorpasso.

Le cose però non erano iniziate bene all’Olimpico per la Lazio, con il Milan subito avanti dopo solo 3′ di gioco: incredibile errore di Basta che da ultimo uomo si fa rubare palla da Menez con il francese che si invola indisturbato verso la porta di Marchetti siglando l’1-0 con un preciso diagonale sinistro. Lazio freddata al primo affondo e gara subito in salita per i biancocelesti di Pioli. La spinta del Milan però si ferma subito e la Lazio diventa padrona dl match collezionando occasioni a raffica.

Il protagonista è sempre Miroslav Klose, che prima non riesce a superare Diego Lopez in uscita (con Candreva che spara su Mexes a porta vuota) e pochi minuti manda fuori di testa un preciso cross di Candreva da ottima posizione. Al 23′ la Lazio spreca ancora una ghiotta occasione questa volta con Candreva, che servito alla perfezione da Klose in area costringe Diego Lopez alla deviazione miracolosa in angolo.

L’impeto dei biancocelesti non si esaurisce e solo alcuni errori di precisione non permettono ai padroni di casa di trovare il meritato pareggio. Il punto dell’1-1 arriva però puntuale alla prima azione della ripresa, quando ancora Klose veste i panni dell’assist-man servendo a Parolo un pallone splendido che il nazionale azzurro deve solo spingere alla spalle di Diego Lopez. La furia Lazio non si arresta neanche dopo il pari e 3′ dopo i biancocelesti sfruttano al meglio un errore in disimpegno di Van Ginkel trovando addirittura il vantaggio ancora con Klose che si presenta davanti a Diego Lopez e da posizione defilata trova lo spiraglio impossibile che fa esplodere l’Olimpico. Per il bomber tedesco è la terza rete contro i rossoneri. Uno-due micidiale che stende un Milan già in affanno con Inzaghi che inserisce nella mischia Cerci e Pazzini  alla ricerca di un sussulto. L’abbondanza di punte non produce però nessun risultato ed è la Lazio a risultare ancora pericolosa prima con un destro di Parolo e poi con un colpo di testa di Mauri di poco alto. Così all’80’ la Lazio decide di chiudere l’incontro segnando il 3-1 ancora con Parolo che mette dentro un assist di Candreva dopo un errore di Djordjevic da pochi passi. nell’occasione l’attaccante serbo si infortuna alla caviglia ed è costretto a uscire sostituito da Keita.

Il Milan è sparito dal campo e l’ultimo sussulto lo regala in negativo Philippe Mexes, che decide di farsi espellere dopo aver scatenato una rissa furibonda contro Mauri e metà squadra biancoceleste. Termina con la Lazio in trionfo, che sotto la curva Nord celebra al meglio il ritorno della maglia del -9 con una vittoria fondamentale per la classifica. I biancocelesti sono di nuovo terzi mentre per il Milan è buio pesto.

 

Lazio – Milan   3-1  

Lazio: Marchetti; Basta, de Vrij, Cana, Radu; Cataldi, Biglia, Parolo; Candreva, Klose, Mauri. All. Pioli. A disp. Strakosha, Berisha, Pereirinha, Konko, Novaretti, Maurício, Onazi, Ledesma, Tounkara, Djordjevic Keita

Milan: Diego Lopez; Abate, Mexes, Alex, Armero; Poli, Montolivo, Van Ginkel; El Shaarawy, Menez, Bonaventura. All. F. Inzaghi. A disp. Abbiati, Agazzi, Albertazzi, Zaccardo, De Sanctis, Calabria, Suso, Essien, Muntari, Cerci, Pazzini

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: 3′ Menez, 47′, 80′ Parolo, 50′ Klose

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS