Il Belgio piange Malanda, in 1300 per l’ultimo saluto

388
0
CONDIVIDI

E’ stata una cerimonia funebre triste e molto sentita quella che ha accompagnato per l’ultimo saluto Junior Malanda, calciatore belga di 20 anni deceduto lo scorso 10 gennaio in un incidente stradale. Oltre 1300 persone hanno riempito la cattedrale del Sacro Cuore a Bruxelles e molti di loro indossavano la maglia del Wolfsburg, la squadra in cui militava Malanda. Proprio la società dei Lupi ha ricordato il suo calciatore con una corona di fiori in cui campeggiava la scritta “Per sempre nei nostri cuori” con tutta la squadra al completo presente al funerale. Oltre al Wolfsburg erano presenti anche altri calciatori della nazionale belga come il centrocampista del Chelsea, Eden Hazard, molto amico di Malanda e apparso visibilmente scosso e triste per l’accaduto.

Il tecnico del Wolfsburg, Dietmar Hecking, ha ricordato Malanda anche il giorno dell’addio:

“Sono incredibilmente triste, è impossibile spiegare come mi sento. Avevo parlato molto con Junior prima di Natale e lui era felicissimo e carico per l’inizio della seconda parte di stagione. E’ stato un onore lavorare con lui, sarà per sempre nel mio cuore”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS