Caso Elena Ceste: ritrovato il cane scomparso a marzo

745
0
CONDIVIDI

I carabinieri di Asti che indagano sulla morte di Elena Ceste hanno ritrovato il cane della donna scomparso nel mese di marzo. Di questo esemplare da caccia di razza springer spaniel inglese di nome Gandalf si erano perse le tracce 15 giorni dopo la sparizione della donna.

Michele Buoninconti, unico indagato per l’omicidio della moglie, aveva detto di aver affidato il cane ai suoi vecchi padroni perché non era più in grado di occuparsene. I carabinieri hanno accertato che il cane è stato ospitato da due diverse famiglie dell’Albese e del Savonese prima di arrivare a novembre nell’allevamento in cui è stato ritrovato in buone condizioni.

Gandalf

I carabinieri di Asti, insospettiti dal fatto che il marito di Elena Ceste possa essersi liberato del cane per paura che potesse fiutare il cadavere della padrona (a cui era molto affezionato), hanno acquisito la documentazione sull’animale e hanno informato la procura astigiana. L’associazione animalista Aidaa aveva denunciato la scomparsa alla stessa procura promettendo anche una taglia di 10.000 euro a chiunque avesse fornito informazioni utili al ritrovamento del cane.

Gli investigatori stanno lavorando per capire se questo dettaglio può essere utile alle indagini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS