La Juventus “ammazza” il Verona, e forse anche il campionato

534
0
CONDIVIDI

10 gol in una settimana agli uomini di Mandolini. La Juventus travolge il Verona per la seconda volta spegnendo i sogni di vendetta del tecnico ravennate, e forse anche quelli di Rudi Garcia. Sarà un match diverso rispetto a quello di Coppa Italia (finito 6-1 per i bianconeri), hanno detto in coro i due allenatori. Il campo ha detto altro.

Primo tempo

La Juventus scende sul rettangolo di gioco con la giusta determinazione e dopo tre minuti trova il vantaggio con uno splendido tiro dalla distanza di Paul Pogba. Pochi minuti dopo ci pensa Tévez a raddoppiare e a chiudere virtualmente la partita quando il cronometro segna 7 minuti di gioco.

Dopo questi due episodi è monologo Juventus. Ci prova Pirlo, al minuto 13, su punizione. Il portiere brasiliano Rafael compie un mezzo miracolo deviando in calcio d’angolo. Al 38′ è Pogba, con un destro a giro, a sfiorare il gol del 3-0.

Secondo tempo

Il Verona inizia la ripresa come aveva terminato la prima frazione di gioco, ovvero intimorito e mai incisivo nel momento di ripartire. La Juventus ne approfitta e al 66′ arriva il terzo gol di Pereyra, che sfrutta un’ottima percussione centrale di Chiellini. La partita la chiude Carlo Tévez al minuto 75, infilando la palla sotto le gambe del portiere veronese. Sono 13 i gol in campionato per l’Apache, sempre più capocannoniere della Serie A. Rimangono a 10 Icardi, Higuaín e Dybala.

La partita termina con il risultato di 4-0 per i bianconeri. Juventus a +5 sulla Roma seconda in classifica al giro di boa. Questo distacco potrebbe ampliarsi ulteriormente al termine della prossima giornata. I giallorossi saranno impegnati nel delicato match contro la Fioretina a Firenze. La Juventus giocherà invece in casa contro il Chievo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS