La Juve batte il Napoli 1-3. Doha vendicata e +3 sulla Roma

244
0
CONDIVIDI

La Juventus batte il Napoli al San Paolo 1-3, vendica la sconfitta in Supercoppa e torna a +3 sulla Roma, bloccata dalla Lazio per 2-2. Partita spigolosa per gli uomini di Allegri che riescono a chiuderla soltanto nei minuti di recupero grazie a un gran gol di Vidal.

Primo tempo

Il primo tempo si apre con il Napoli alla ricerca del vantaggio. Grande occasione per De Guzman al 18′ ma spara alto sopra la traversa graziando la disattenta difesa bianconera. Al 29′ Pogba accende il match con un gran gol. Il francese approfitta di un pallone sporco, calciando al volo in maniera impeccabile. Niente da fare per Rafael e risultato sbloccato. Il Napoli sembra accusare il colpo e al 43′ Cáceres ha il pallone buono per il raddoppio. Questa volta però l’estremo difensore partenopeo riesce a parare.

Secondo tempo

La ripresa vede il Napoli di nuovo all’attacco alla ricerca del gol del pareggio. L’1-1 arriva su calcio d’angolo al minuto 64. Mertens batte benissimo il corner e Britos insacca calciando di sinistro al volo. Passano cinque minuti e la Juventus torna di nuovo in vantaggio grazie a un gol di Cáceres, che con una girata maldestra beffa Rafael.

Il Napoli spinge per trovare di nuovo il pareggio ma la più grande occasione capita sui piedi di Duván Zapata, al minuto 92. Invece di tirare in porta a tu per tu con Buffon, l’attaccante colombiano decide di buttarsi a terra sperando nell’intervento del portiere bianconero. L’arbitro lo ammonisce per simulazione. La squadra di Benítez è sbilanciata e la Juve la punisce in contropiede con Vidal, mettendo fine alla partita.

Omaggio Pino Daniele

Prima dell’inizio del match il presidente Aurelio De Laurentiis ha voluto ricordare il musicista Pino Daniele, da poco scomparso a causa di un infarto, regalando al fratello Nello Daniele una maglietta azzurra dedicata alla sua memoria. All’ingresso dei giocatori in campo gli altoparlanti dello stadio suonavano “Napule è“.

De Laurentiis contro gli arbitri

Al termine della gara il presidente del Napoli ha giudicato negativamente la prestazione dei 6 arbitri, colpevoli di non aver visto il fuorigioco di Cáceres in occasione del secondo gol. Ecco i suoi tweet al veleno.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS