Canada, uccide 8 persone e poi si toglie la vita

278
0
CONDIVIDI

Otto persone sono state uccise in Canada da uno squilibrato. Dopo essere stato braccato dalla polizia, l’omicida si è tolto la vita. Soffriva di depressione e si trovava in difficoltà economiche.

Ha prima ucciso l’ex moglie (37 anni), nella sua abitazione. Poi si è recato dall’altra parte della città di Edmonton dove ha ucciso altre sette persone, tra queste due bambini di età inferiore ai 10 anni. Il capo della polizia dice che l’omicida ha colpito a morte “con un gesto premeditato e deliberato”.

canada uccise 8 persone

Tra le vittime ci sono anche tre donne e due uomini di 25 e 50 anni, tutti di origine vietnamita. Il capo della polizia ha affermato che veder uccisi dei bambini in modo così violento ha un impatto molto forte sulla popolazione. Era già conosciuto dalla polizia per droga e violenze sessuali. L’arma usata dall’uomo era stata rubata a Surrey, nella British Columbia, nel 2006.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS