Gli 11 migliori smartphone del 2014

12809
3
CONDIVIDI

Con il 2014 quasi a fine e le novità del 2015 ormai porte, è l’ora di tirare le somme sui migliori smartphone usciti quest’anno. Il 2014 infatti è stato difatti un’anno che ha visto nascere parecchi fantastici smartphone, ma citarli tutti sarebbe un’impresa epica. Ben Woods di TheNextWeb ha offerto quindi una lista dei migliori 11 smartphone del 2014.

HTC One (M8)

HTCOneM8-730x410

Nel mese di marzo 2014 HTC sollevò il sipario sul suo smartphone HTC One M8, successore del mitico HTC One (M7). Il nuovo smartphone presentava un processore aggiornato a 2.3 GHz, un display da 5 pollici a 441 PPI (pixel per pollice) e una nuova fotocamera a doppio sensore “Duo” sul retro. IL risultato è stato un’arricchimento complessivo dell’esperienza d’uso rispetto al modello precedente M7 mentre i ritocchi estetici e gli aggiornamenti hardware hanno mostrato pregi e difetti già conosciuti dagli utenti HTC. Un cavallo di battaglia solido e affidabile, che per HTC è stato sicuramente il miglior prodotto del 2014.

Samsung Galaxy S5

DSC07355-730x417

Nel mese di febbraio, Samsung rivela il suono nuovo smartphone top di gamma, il Galaxy S5. Accanto ad un processore migliore, un display pù grande (da 5.1 pollici e 1080p) e una scocca leggermente modificata e più raffinata, l’azienda sudcoreana abbinava anche vere chicche come un monitor della frequenza cardiaca e una vastità di opzioni nella fotocamera. Essendo anche uno dei telefoni più riusciti in quanto a resistenza di polvere e acqua, il titolo di miglior smartphone del 2014 è più che meritato.

Microsoft Lumia 930

Lumia_930_rear-730x410

Il Nokia a marchio Microsoft Lumia 930 è stato il risultato finale di un lungo sperimentare che ha dato vita ad uno dei migliori – se non il migliore – Windows Phone da avere. Senza i “super” 40 megapixel del Lumia 1020, si presta meglio ad essere utilizzato come un telefono (con infinite funzionalità) che come una fotocamera. Questo è un motivo più che convincente per per comprare un telefono che faccia quello per cui è nato in maniera semplice. Offre comunque un’eccellente fotocamera da 20 megapixel.

E’ stato il primo Windows Phone ad essere dotato del sistema operativo 8.1 ed arriva quindi con una migliore selezione di applicazioni rispetto al passato, più personalizzazioni e una ricchezza di funzionalità mai vista. Forse l’unico aspetto negativo è la “limitata” memoria interna da 32 GB, che non offre la possibilità di espansione tramite microSD.

LG G3

IMG_2188-730x547

Il G3 di LG è stato annunciato e rilasciato nella prima metà del 2014, èd semplicemente definibile come il miglior smartphone LG ha mai fatto. Seppure siano passati sei mesi si merita un posta nella classifica per via di come regge il confronto con le ammiraglie rivali. Riprendendo infatti il lavoro a metà del G2 LG ha dotato il G3 di un display QHD da 5,5 pollici racchiuso in un telaio che tradizionalmente ospitava un display da 5,2 pollici.

Analogamente a Samsung nel 2014, il G3 di LG ha cercato di sostituire l’aspetto plasticoso del G2 con una scocca più raffinata, anche se non è arrivato alla scocca monoblocco di HTC One (M7 / M8) o iPhone. Invece, ha scelto di utilizzare policarbonato combinato con uno strato di materiale antigraffio chiamato ‘pelle metallica’.

Apprezzabile anche la collocazione ergonomica dei pulsanti di alimentazione e del volume al centro della cover posteriore, però purtroppo la durata della batteria è un po’ la pecca del G3. Tuttavia con l’espansione microSD, una fotocamera ottima, un’hardware solido e un software (per lo più) senso, il G3 di LG è stato sorprendentemente uno dei telefoni più di successo nel 2014.

Sony Xperia Z3

18_Xperia_Z3-817be0e382aae7a4fd410ab4b21dc5a9-605x483

L’Xperia Z3 nasceva nel 2014 già oscurato dal successo avuto dal predecessore Xperia Z2 nel 2013. Nonostante questo è riuscito a brillare di luce propria diventando più piccolo, più sottile e più leggero rispetto al modello precedente ma con lo stesso incredibile display. Meno entusiasmo invece per il suo aspetto un po ‘anonimo’, ma l’estetica a parte, il suo splendido display e la chipset da 2.5GHz quad-core abbinati a 3GB di RAM hanno funzionato bene.

Non manca una slot di espansione microSD e, proprio come il Galaxy S5, è impermeabile e resistente alla polvere, il che lo rende più robusto rispetto alla maggior parte dei dispositivi ultrasottili. Se 5.2 pollici sembra un po troppo pacchiano allora c’è anche un piccolo modello di Z3 compatto con un display da 4,6 pollici. Non poteva non entrare in classifica.

Motorola Droid Turbo

MotoMaxx-730x547

Il Motorola Droid Turbo è l’unico dispositivo in questo elenco, nato legato a un solo operatore negli Stati Uniti, Verizon. Quindi o si è clienti Verizon oppure niente Motorola Droid Turbo, tuttavia se lo si è allora il Droid Turbo è un’opzione da valutare attentamente.

Simile al Moto X nell’estetica e nelle funzioni, il Droid Turbo racchiude però una fotocamera da 21 megapixel e una batteria a 3,900mAh per 48 ore di autonomia con una singola carica. Altre specifiche distintive del Droid Turbo riguardano un processore Qualcomm Snapdragon 805 da 2.7GHz, 3GB di RAM e una scelta tra 32 o 64 GB di memoria interna. Seppur vincolato all’operatore, il Motorola Droid Turbo si merita comunque un posto nella top 11 per la sua “prestanza” tecnologica.

iPhone 6/6 Plus

iphone_6_iphone_6_plus

Sicuramente è stato una delle “new entry” più importanti di quest’anno, al centro anche di notevoli critiche per un telaio troppo debole che piegava lo smartphone. Impossibile comunque lasciarlo fuori da questa lista. iPhone 6 e iPhone 6 Plus di i Apple sono usciti recentemente, nel mese di settembre, e praticamente offrono le stesse prestazioni e lo stesso design ma su due schermi diversi: 4,7 pollici per iPhone 6 e 5,5 pollici per iPhone 6 Plus.

Vera chicca in entrambi la funzione che permette, con un doppio tap, di abbassare le icone sullo schermo per poterle raggiungere più facilmente con una mano. Apple infatti ha prestato molta cura all’usabilità in schermi così importanti. Per non parlare poi del sistema operativo di ultima generazione, iOS 8, che ha portato una rinfrescata pazzesca ai sistemi operativi visti finora. Ma la vera differenza tra i due smartphone Apple sta principalmente nell’ottica della fotocamera, nettamente migliore in iPhone 6 Plus grazie alla stabilizzazione dell’immagine e una migliore costruzione.

Se a primo impatto le dimensioni possono spaventare e sembrare un’ostacolo di riflesso fidatevi quando si dice che ci si abitua quasi subito a maneggiarlo con estrema facilità.

OnePlus One

oneplus1

Molte persone hanno sempre sognato di mettere le mani su un OnePlus nel 2014. La ragione è semplice: quello che offre a quanto lo offre. Da 299 o 349 dollari (a seconda del taglio di memoria interna) per una scocca moderna che racchiude un display da 5,5 pollici (più grande e più pesante del LG G3), un processore quad-core Snapdragon 801 da 2,5 GHz, 3GB di RAM e una fotocamera da 13 megapixel con sensore Sony Exmor sul retro.

Il design è l’altro punto forte, infatti a differenza di molti telefoni rigidi, il OnePlus One ha una scocca in plastica leggermente curva per facilitarne la presa visto che è un device abbastanza grande. A differenza di qualsiasi degli altro smartphone Android OnePlus può supportare anche la versione Cyanogen di Android.

Google Nexus 6

Nexus_6

La perfetta combinazione dell’innovazione Google in uno smartphone solido made in Motorola. Il Google Nexus 6 offre specifiche tecniche impressionanti che includono un processore quad-core da 2.7GHz, una fotocamera da 13 megapixel e un display HD da 6 pollici. E’stato anche il primo smartphone ad uscire con Android Lollipop, l’ultima versione dell’OS di Google.

Buona cosa la sua somiglianza con il Moto X, perché il design Motorola ha fatto passi da gigante quest’anno, raggiungendo molti dei top di gamma. Non molto buono invece il prezzo, 649 dollari per uno smartphone che non è concorrenziale sia per specifiche tecniche nella media sia per design non certamente eccelso. Tuttavia la combinazione Google-Motorola e l’hardware/software migliorato lo rendono un degno detentore del titolo di “top 11”.

BlackBerry Passport

passport_flat-730x412

Non poteva certo mancare un BlackBerry nella lista dei migliori smartphone del 2014, ma si può azzardare anche che il BlackBerry Passport è il miglior BlackBerry di sempre. Da sempre la linea Blackberry e molto professionale, fatta per coloro che sono più interessati a strumenti di comunicazione pura, piuttosto che le applicazioni infinite e all’intrattenimento e il Passport ne è l’apoteosi.

BlackBerry non ha infatti lesinato sul lato hardware, optando per un display touchscreen da 4,5 pollici, 1.440 x 1.440 pixel con 453PPI. Questo è studiato appositamente per una maggiore visualizzazione dei contenuti dal telefono come mail o pagine web. Per non farsi mancare nulla sul retro troviamo anche una fotocamera da 13 megapixel (superiore in qualità rispetto alla media).

BlackBerry ha mantenuto nel Passport anche la tastiera, migliorandone però l’ergonomia così da permettere una facile digitazione pari al touchscreen. Il BlackBerry Hub mantiene sempre organizzate le conversazioni e gestisce le comunicazioni in modo efficiente, come è tipico di Blackberry. Una scelta saggia e funzionale per il businessman al lavoro. Con il suo lato tagliente e professionale Blackberry Passport si è assicurato una grande fetta di consumatori, oltretutto con Amazon App Store si ha una più vasta selezione di app, anche Android, fra cui scegliere.

Motorola Moto G (2014)

motog-2014_2-730x562

L’originale Moto G del 2013 era stato decente smartphone Android a basso costo che però soffrirà di grafi difetti. La versione del 2014 ha migliorato alcuni di questi problemi aumentando la dotazione hardware e software creando uno dei migliori telefoni Android per rapporto qualità/prezzo. Ha fatto tutto “dimenticandosi” di una connessione 4G LTE, non disponibile infatti nella versione originale 2014. Proprio in questo nuovo anno ci si aspetterebbe di vedere questa funzione inclusa in un nuovo modello.

Parlando di specifiche tecniche il Motorola Moto G possiede un display da 5 pollici a 720p, due altoparlanti, dual-SIM, una porta di espansione microSD e una CPU quad-core a 1.2GHz. Motorola si è soffermata anche sull’ottica per migliorare le prestazioni della fotocamera e aumentare il numero di megapixel da 5 a 8. Il prezzo è di 180 dollari per il dispositivo senza SIM (unlocked). Tutto sommato, è difficile trovare un migliore rapporto qualità/prezzo e vale quindi, certo, la pena di acquistarlo.

Ora, quale sarà il vostro? Aspettando i vostri pareri, intanto, vi facciamo i nostri migliori auguri per il nuovo anno!

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Marco Pieretto

    Il display dell’LG G3 non è fullHD ma bensì un QuadHD (2550×1440 px) quindi superiore a tutti gli smartphone sulla lista come ppi.
    Io voto G3!

  • Corretto grazie!

  • Un display pazzesco a mio parere!