Apple attiva la possibilità di rimborso degli acquisti multimediali entro 14 giorni

494
0
CONDIVIDI

In seguito all’introduzione della nuova normativa europea riguardante la vendita di prodotti digitali, la compagnia di Cupertino ha aggiornato i termini e condizioni legati agli acquisti su Mac App Store, App Store, iBooks Store e iTunes Store, inserendo la possibilità di essere rimborsati sull’acquisto di app, musica, libri e tutti i vari contenuti della Mela, entro 14 giorni dal momento in cui viene consegnata la ricevuta.

La normativa, valida solo in Europa, permette a qualsiasi utente Apple di avvalersi del diritto di cancellazione senza l’obbligo di fornire alcun tipo di spiegazione. In seguito alla richiesta di rimborso, che può essere avviata cliccando sull’opzione “segnala un problema” presente nella cronologia dei contenuti acquistati, la compagnia di Cupertino accrediterà la somma dovuta al cliente direttamente sulla carta con cui è stato eseguito il pagamento.

In questo modo l’utente è esente da qualsiasi tipo di tassa o commissione. Rimangono esclusi dal rimborso i possessori di carte regalo, nel caso in cui il codice redeem sia stato già utilizzato. Per quanto riguarda invece gli abbonamenti stagionali e gli acquisti iTunes Match è possibile richiedere il rimborso compilando la documentazione presente nella pagina di supporto Apple.

La compagnia di Cupertino è la prima società che introduce un periodo così esteso valido per la richiesta di rimborso, infatti, nonostante Google Play Store offra un servizio simile, la sua durata è di sole 2 ore, ad eccezione del Play Store che concede sette giorni di tempo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS