Cina, la censura colpisce anche Gmail

248
0
CONDIVIDI

A 6 mesi dall’inizio della censura in Cina adoperata dal governo attuale, Gmail, il noto servizio di e-mail di Google, è stato bloccato per tutti gli utenti che vi accendono all’interno del territorio cinese. Il blocco ha preso forma già nella notte del 25 dicembre per poi entrare in funzione completamente nei giorni a seguire.

Non è la prima volta che il governo cinese blocca alcuni servizi Google: in passato abbiamo visto la Maps, Drive e Docs del colosso del web bloccati nel territorio cinese. I servizi non possono essere raggiunti nemmeno tramite accesso diretto ai protocolli IMAP e SMTP.

Un duro colpo per gli utenti Google cinesi ma, soprattutto, per Google stessa. La chiusura del servizio di mail per il mercato cinese porterà molti utente ad abbandonare la piattaforma in favore di altre disponibili e libere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS