Barilla: il futuro della pasta è nella stampa 3D

2086
0
CONDIVIDI

Di tipi di pasta ne esistono davvero tanti: basta fare un giro in qualsiasi supermercato più o meno fornito, o alla alimentari sotto casa per accorgersene. Tuttavia questo non vuol dire che non se ne possano creare di nuovi, magari sfruttando nuove tecnologie come la stampa 3D grazie alla quale è possibile creare forme di pasta normalmente irrealizzabili con le normali tecniche di trafilatura. Proprio per raggiungere tale scopo, la nota azienda multinazionale italiana Barilla, ha indetto alcuni mesi fa un apposito concorso a cui hanno aderito oltre 530 Product Designer provenienti da oltre 20 paesi – principalmente Italia, Stati Uniti, Francia, Germania e Paesi Bassi – con 216 design inviati. Ma andiamo a conoscere i tre vincitori e le loro creazioni:

Rosa: creata dall’industrial designer francese Loris Tupin, questo tipo di pasta – che potete vedere a inizio articolo – oltre ad ispirarsi alla forma dell’omonimo fiore, è in grado di “sbocciare” una volta immerso in acqua bollente.

3DPasta_Vortipa

Vortipa: questo tipo di pasta creata da Danilo Spiga e Luis Fraguarda, un team di product designer proveniente da Cagliari, ha una forma unica, che come dicevamo poco sopra, sarebbe impossibile da realizzare senza la stampa 3D.

3DPasta_Luna

Luna: creata dal product designer Alessandro Carabini, questo ultimo tipo di pasta si ispira al satellite del pianeta Terra, con tanto di crateri realizzati per rendere perfetta l’unione di questo tipo di pasta con il sugo.

A ciascun vincitore, Barilla ha assegnato un premio di 800 $. Speriamo di vedere presto questi tipi di pasta sulle nostre tavole.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS