La Supercoppa è del Napoli, battuta la Juve ai rigori

449
0
CONDIVIDI

Partita emozionante allo Jassim Bin Hamad Stadium, a Doha, in Qatar. Juventus e Napoli si contendono il titolo fino all’ultimo rigore. Padoin si presenta sul dischetto ma si lascia ipnotizzare da Rafael, che compie una parata eccezionale regalando il trionfo agli azzurri.

I primi 90 minuti terminano sul risultato di 1-1. Dopo cinque minuti di gioco Tevez approfitta di uno svarione difensivo del Napoli scaraventando la palla in fondo alla rete. Tutto sembra complicarsi per la formazione di Benitez. Nel secondo tempo i partenopei provano a reagire. Al 60′ Higuaín scuote i suoi colpendo il palo dopo un pallonetto quasi perfetto su cui Buffon non avrebbe potuto fare nulla. Il gol del pareggio arriva al 68′, sempre grazie all’argentino.

Il primo tempo supplementare finisce senza troppe emozioni mentre nella seconda frazione di extra-time prima passa in vantaggio la Juventus, grazie ad un grandissimo gol di Tevez firmato al minuto 106, e poi pareggia il Napoli a tempo quasi scaduto grazie al solito Higuaín.

I rigori sono una girandola di emozioni. Errori a ripetizione, alcuni dei quali molto gravi, come quelli di Chiellini e Pereyra, che potevano chiudere la gara. Dopo il nono rigore, siglato da Kulibaly per il Napoli, tocca a Padoin. L’italiano spara sulla sinistra ma Rafael intuisce a compie una grande parata.

Gli azzurri si portano a casa la Supercoppa Italiana e riabbracciano il proprio pubblico dopo le polemiche dei giorni scorsi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS