Zidane: dissi di sì al Real Madrid su un tovagliolo

818
0
CONDIVIDI

Intervistato da Vogue, Zinedine Zidane svela un retroscena abbastanza interessante legato al suo trasferimento al Real Madrid. Racconta che durante la cena di gala del Pallone d’Oro (vinto quell’anno da Figo), il francese ricevette un tovagliolo con su scritto “vuoi giocare nel Real Madrid?”. Quel messaggio gli era stato girato dal presidente merengues Florentino Pérez. “Risposi di sì. Fu uno dei giorni più belli della mia vita”, ha dichiarato Zidane.

Il francese, attuale allenatore del Real Madrid Castilla, spiega che la tecnica si può sì migliorare ma bisogna avercela anche dentro. Soltanto grazie ad essa un calciatore può diventare campione.

“Diventare calciatore non è facile, perchè quando da ragazzino te ne vai di casa a 14 anni tutto si fa duro, soprattutto il primo anno. Ogni notte, prima di addormentarmi, pensavo alla mia famiglia, ero solo un bambino e dovevo far tutto da solo, dalla cena all’abbigliamento. Son felice che i miei figli seguano i miei passi, perchè almeno se sono impegnati col calcio non fanno stupidaggini.”

Parlando dell’Italia, ricorda il modo di vestirsi quasi maniacale dei suoi ex compagni della Juventus. Nessuno veniva in tuta agli allenamenti, afferma Zidane. Ammette di essere un amante della moda: “A me piace sceglier bene ciò che indosso, preferisco capi di classe. Detesto gli orecchini, i bracciali e gli anelli, tranne la fede nuziale, è sacra. Voglio che la gente mi consideri elegante”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS