iPod non ha violato le norme Antitrust, vendite bloccate in Russia

412
0
CONDIVIDI

Dopo circa 10 anni si è giunti a un verdetto: gli iPod di Apple non hanno violato le leggi Antitrust. L’azienda con base a Cupertino rischiava una pesante multa da oltre 1 miliardo di dollari. L’accusa era pesante: dal 2006 al 2009 coloro compravano un iPod erano stati costretti a dover acquistare musica su iTunes per poterla ascoltare sul loro nuovo player multimediale.

Intanto Apple ferma le vendite online in Russia a causa della svalutazione eccessiva della moneta russa, che nei giorni scorsi ha perso fino al 19% sul dollaro a causa delle sanzioni per la crisi in Ucraina e il crollo del prezzo del petrolio.

Con una nota inviata via mail a Bloomberg News, Alan Hel di Apple spiega le motivazioni che hanno portato a questa decisione:

“Il nostro negozio online in Russia non è raggiungibile mentre stiamo cambiando i prezzi. Apple aveva già cercato di gestire il deprezzamento del rublo. Il mese scorso aveva aumentato il prezzo dell’iPhone 6 del 25%.”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS