Risolti i problemi con Apple Watch: la produzione potrebbe iniziare a gennaio

814
0
CONDIVIDI

 

Da quanto riportato da UDN tramite GforGames, Apple e Quanta hanno apparentemente risolto tutti i problemi legati al rendimento di Apple Watch, e la produzione è previsto che avrà inizio nel mese di gennaio. Alcune fonti di supply chain confermano che la produzione dello smartwatch di casa Cupertino comincerà dal mese prossimo, invece di fine febbraio, come era stato precedentemente dichiarato. Il motivo di questa anticipazione sarebbe legata agli importanti progressi nella produzione dei principali componenti, tra cui il display e il processore.

Quanta (la società che si occupa dell’assemblaggio degli Apple Watch) ha infatti, incrementato il numero dei suoi dipendenti da 2.000 a 10.000, e stando agli obbiettivi dichiarati, si potrebbe arrivare addirittura a 20.000 lavoratori in vista del prossimo anno. Alcuni report riferiscono che la prima ondata di orologi sarà di 3-5 milioni di unità, mentre Apple si aspetta di spedire un totale di 24 milioni di smartwatch per la fine del 2015. Quanta sta lavorando veramente sodo per riuscire a rispettare i tempi prevista dalla Mela, e molto probabilmente permetterà ad Apple di riuscire nella sua impresa di lanciare il suo orologio nei primi mesi del 2015.

Il prezzo di partenza di Apple Watch sarà di 349 dollari, anche se non si sa ancora quali saranno i costi per le altri versioni, visto che gli utenti potranno scegliere tra 34 modelli differenti. Una fonte sconosciuta ha riferito che i modelli in acciaio inox e zaffiro costeranno circa 999 dollari mentre i modelli in oro arriveranno a valori da capogiro, che si aggirano tra i 4999 e i 9999 dollari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS