Nike accusa Adidas di aver rubato alcuni suoi progetti

1389
0
CONDIVIDI

Brevetti rubati, email cancellate ed ex dipendenti assunti dall’azienda rivale, questo è il pericoloso scenario che si sta aprendo tra i due colossi sportivi più importanti del pianeta: Nike e Adidas. L’azienda statunitense accusa quella tedesca di aver assunto tre suoi ex designer e di aver rubato progetti importanti riguardanti alcuni prodotti futuri della società.

Un ufficio legale con sede nell’Oregon, che cura gli interessi della società Nike, ha richiesto circa 10 milioni di dollari di danni. I tre designer chiamati in causa sono Marc Dolce, Mark Miner e Denis Dekovic. Sono accusati di aver violato il regolamento contrattuale che vietava espressamente contatti con aziende concorrenti.

Secondo i legali Nike, i tre avrebbero sottratto informazioni dai computer della società (cancellando anche diverse email) consegnando nelle mani dei dirigenti Adidas progetti futuri molto interessanti, come quello riguardante un nuovo scarpino da realizzare per un calciatore attualmente sotto contratto con l’azienda statunitense. Adidas però si difende facendo sapere che l’azienda ha sempre puntato sui top designer e di non avere alcun interesse in “vecchi lavori o progetti”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS