PlayStation Now in Italia non s’ha da fare

377
0
CONDIVIDI

Arrivano brutte notizie per tutti gli utenti PlayStation desiderosi di mettere le mani sul nuovo servizio PlayStation Now di Sony. Stando a quanto rivelato da Marco Saletta, general manager italiano dell’azienda giapponese, questa novità non arriverà in Italia, almeno inizialmente. C’era da aspettarselo a dire il vero, essendo una tipologia di servizio funzionante esclusivamente via Internet.

“Per la situazione della banda larga che c’è in Italia, non è previsto che PlayStation Now arrivi in Italia. È chiaro che è qualcosa che mancherà al consumatore italiano come mancherà al sistema e al paese tutto. Quello che stiamo cercando di fare noi, come PlayStation, è fare leva su certi contenuti e sull’innovazione di tecnologia per stimolare un ampliamento della base di banda larga disponibile, che nel Paese, oggi, è francamente abbastanza ridotta.”

Purtroppo la verità è che in Italia siamo rimasti indietro con la banda larga. Il governo Renzi sta facendo molto per spingere il nostro malconcio paese verso una digitalizzazione di massa che, se non messa in atto, potrebbe farci cadere nell’assoluto anonimato. Sony non porterà PlayStation Now in Italia per colpa della velocità media delle connessioni disponibili nel nostro territorio. Se la situazione cambierà sicuramente i vertici di Sony non ci penseranno due volta a cambiare idea. La stessa situazione si verificherà anche con altri servizi che chiedono una tipologia di connessione sempre più elevata e performante, come per film in streaming da guardare in qualità 4K e molto altro.

Secondo i dati raccolti dall’Ocse, in quanto a banda larga fissa siamo fra i paesi in cui ci sono meno connessioni ogni cento abitanti. Il paragone con Stati Uniti e Danimarca lasciano senza parole. Abbiamo investito troppo nella rete mobile, in continua crescita, mentre le connessioni via terra sono ormai bloccate dal 2011.

banda larga

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS