Jimmy Iovine: “Apple ha un buco nel mercato musicale che io posso colmare”

558
0
CONDIVIDI

 

In un intervista per la rivista GQ, Jimmy Iovine, cofondatore di Beats Electronics e ora manager presso la compagnia di Cupertino, per la quale lavora dalla famosa acquisizione da 3 miliardi di dollari, ha parlato del grande lavoro da fare per colmare il grosso buco di Apple nel settore musicale. Durante l’intervista Iovine svela di essere sempre stato un sostenitore della Mela e che fin dai tempi di Steve Jobs, ha sempre cercato di convincere Apple ad acquisire Beats, in quanto la considerava l’unica azienda per cui valesse la pena lavorare.

“Li ho convinti che dovevano comprare questa compagnia. Dissi che non volevo lavorare per nessun altro. Voglio lavorare solo in Apple. So che posso farlo con Apple, non voglio negoziare. Voglio venire a lavorare qui, nella compagnia di Steve. Vi conosco, ragazzi, so cosa siete in grado di fare, so il successo che avete nella cultura popolare. So che avete un buco nel settore musicale al momento, lasciate che me ne occupi io.”

Queste le parole di Iovine circa due anni prima dell’acquisizione. Iovine oltre a stimare Jobs era un suo amico stretto, infatti, in passato i due imprenditori hanno collaborato insieme in alcuni progetti, e a quanto rivela, è stato proprio Iovine a permettere a Jobs di ottenere l’etichette discografiche per i primi anni di iTunes. Iovine ha anche lavorato insieme ad Apple e la band musicale U2 per la creazione di un iPod Limited Edition.

Oggi Iovine ricopre il ruolo di senior manager insieme a Dr. Dre, e lavora sotto il capo di iTunes, Eddy Cue. La sua gigantesca esperienza nel settore musicale, potrebbe realmente dare un grosso contributo ad Apple per portare la compagnia ai piani alti della musica. Infatti, grazie alle sue vaste conoscenze tra etichette discografiche e artisti musicali di ogni genere, il cofondatore di Beats potrebbe creare una connessione tra Apple e la musica passando attraverso un pubblico più giovane. Apple nel frattempo si starebbe preparando a rilanciare il servizio streaming Beats Music, che sarà molto probabilmente integrato in iTunes. Ma per i costi sull’abbonamento o altri dettagli dovremo aspettare la primavera 2015.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS