Amazon assume 15 mila robot, addio alla manodopera?

626
0
CONDIVIDI

Siamo nel 2014 e sicuramente ogni campo si sta rivoluzionando, sta mutando o è già cambiato. Sicuramente quello del commercio è uno dei principali settori che negli ultimi anni ha visto più stravolgimenti. Al giorno d’oggi l’acquisto online sta diventando sempre più diffuso e preferito rispetto a quello fisico, sia per qualità che per via dei prezzi. Ma dietro a questi e-commerce, cosa c’è?

Probabilmente l’azienda più conosciuta in tutto il mondo per la vendita di prodotti online è Amazon, con migliaia di migliaia di pacchi spediti ogni giorno verso i propri clienti. Un e-commerce del genere necessità di molta organizzazione e soprattutto di molti operai. Negli ultimi tempi, però, la manodopera nelle grandi catene di produzione, o in questo caso, nei magazzini, sta mutando assieme a tutto il resto, ed Amazon potrebbe essere tra le prime aziende a modificare l’organizzazione dei propri centri di spedizione.

Fino ad oggi gli operai che lavorano negli stabilimenti di Amazon si sono occupati di quasi tutte le mansioni, ma a breve, potrebbero essere tagliati fuori. Di recente, la stessa società in anteprima su Business Wire ha pubblicato la notizia che decreta il primo passo verso una concreta e (quasi)totale automatizzazione. Nel proprio centro di Ruskin, in Florida, verranno utilizzati a partire dalle prossime settimane i Kiva.

Un esercito composto da 15.000 unità Kiva andrà infatti a sostituire un contingente numero di persone. Stiamo parlando di robot di 145 chili che aiuteranno a ridurre i tempi e soprattutto i costi della logistica, con più di un’ora di risparmio (il processo logistico passerà da 1,30h a soli 13 minuti). Oltre ad un miglioramento nei tempi, ci sarà quindi anche un netto risparmio, che potrebbe arrivare ai 900 milioni di dollari, una cifra non da poco.

Quindi vi chiederete, addio alla manodopera? Forse no, forse non ancora. Amazon ha dichiarato che non effettuerà grandi licenziamenti, anzi, solo nel 2015 assumerà 10.000 dipendenti solo nello stato della California.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS