BeON e le lampadine intelligenti che tengono lontani i ladri

1831
0
CONDIVIDI

Quella che prima poteva e doveva essere una semplice lampadina oggi può rappresentare una miriade di altri oggetti. Con l’Internet of Things abbiamo visto arrivare sul mercato luci connesse ai nostri smartphone capaci di cambiare colore in base alle nostre richieste. Ora una nuova idea di BeON potrebbe rivoluzionare ancora una volta il concetto di illuminazione.

Le lampadine proposte nella loro ultima campagna crowdfunding imparano le nostre abitudini. Riescono a capire quando solitamente torniamo a casa e si accendono proprio nel momento del bisogno. Grazie a questo loro cervello elettronico riescono anche a scoraggiare i ladri. Come? Semplice, reagendo di conseguenza agli impulsi esterni.

Suonano alla porta? La luce si accende facendo credere all’eventuale ladro che qualcuno è presente dentro l’appartamento. Lo stesso accade quando si attivano altri allarmi, come l’antincendio o la sirena di sorveglianza.

Anche in caso di assenza di corrente queste lampadine speciali di BeON si attivano automaticamente fungendo da luci di emergenza. Inutile dire che potremo accenderle e spegnerle mediante Bluetooth da smartphone e tablet. Su Kickstarter stanno riscuotendo un discreto successo. Per partecipare bastano 229 dollari (182 euro) per un kit da tre lampadine.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS