Linguaggio umano: ha avuto origine da una mutazione genetica

651
0
CONDIVIDI

Il linguaggio è un’attività cognitiva tipicamente umana le cui caratteristiche, funzioni ed origini, sono state e sono tuttora studiate dalla psicologia e da discipline affini. Grazie ad una ricerca condotta da una equipe di scienziati internazionali  guidato da ricercatori del MIT, negli USA è stato possibile ipotizzare recentemente, che nel genere umano siano avvenute due mutazioni genetiche a livello del gene Foxp2, definito il “gene del linguaggio“.

La ricerca condotta negli Stati Uniti ha utilizzato come soggetti sperimentali dei topi nei quali sono state introdotte due mutazioni genetiche nel gene Foxp2; l’osservazione successiva degli scienziati, è stata rivolta alle possibili modificazioni delle capacità di apprendimento dei topolini che con tale gene erano stati “umanizzati” in confronto ai loro compagni. Effettivamente i topi che erano stati sottoposti alla modificazione genetica umanizzante sono apparsi più bravi ed abili rispetto ai loro compagni. Ciò però avveniva soltanto quando le prove richieste, prevedevano una combinazione di una forma di apprendimento automatica ed un’altra più esplicita.

In noi esseri mani questo tipo di apprendimento si verifica nel momento in cui dobbiamo ad es., apprendere una strada nuova e, tentando di ricordare le istruzioni relative al suo raggiungimento, in parte ci affidiamo alle informazioni ed istruzioni che ci sono state date, dall’altra, a degli automatismi che ci facilitano il compito.

I risultati ottenuti dagli esperimenti condotti con i topolini “umanizzati” attraverso l’introduzione del gene Foxp2 ed il rapporto con lo sviluppo di questo tipo di apprendimento, è suggestivo del fatto che analoghe mutazioni genetiche a livello del gene Foxp2,  avvenute circa 6 milioni di anni fa negli esseri umani, possano aver permesso nei bambini di allora l’acquisizione e l’evoluzione di un nuovo e diverso modo di comunicare attraverso il linguaggio che si è diffuso poi nelle diverse zone del mondo con le sue caratteristiche specificità, le cui origini a loro volta sono state – e sono anche oggi – a lungo oggetto di indagini da parte di  molti studiosi nel campo della psicologia, della filosofia, teoria della comunicazione, dell’informatica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS