WhatsApp: presente nel 40% dei casi di divorzio in Italia

746
0
CONDIVIDI

Il servizio di social messaging WhatsApp è ormai presente nel 40% dei casi di divorzio in Italia, questo emerge da una nuova indagine pubblicata dall’Associazione Italiana Avvocati matrimoniali. Questa applicazione, di proprietà di Facebook, viene sempre più utilizzata come prova contro il partner infedele.

Gian Ettore Gassani, presidente dell’Associazione Italiana Avvocati matrimoniali, ha dichiarato:

“I social media hanno aumentato il numero di tradimenti in Italia… in primo luogo attraverso gli SMS, poi con Facebook e ora con WhatsApp”.

Utilizzando l’applicazione, gli imbroglioni possono comunicare più facilmente e mantenere più relazioni anche contemporaneamente, ha continuato Gassani.

“Gli amanti possono ora scambiarsi foto osé di se stessi, e abbiamo visto partner che utilizzano il servizio per mantenere tre o quattro rapporti – è come la dinamite.”

WhatsApp, che vanta oggi 600 milioni di utenti, è stato acquistato da Facebook lo scorso mese di febbraio per 19 miliardi di dollari. In Italia, l’81% degli utenti iPhone la utilizzano ogni mese.

Ora che è stata introdotta anche la doppia spunta blu per la conferma di lettura siamo certi che tale applicazione farà ancora più danni, e non solo tra innamorati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS